IL CORRIERE – THE MULE, La recensione

Clint Eastwood torna dietro la macchina da presa per regalarci l’ennesima emozione, e ci aggiunge una presenza anche come attore per rappresentare Earl, un ottantenne (che sembra il fratello del suo personaggio in Gran Torino, Walt Kowalski) che ha dedicato la sua vita al lavoro, trascurando la famiglia, che ha regalato al mondo tutta la sua ironia, simpatia e stile per farsi amare, mentre è sempre stato empaticamente avaro tra le mura domestiche (al punto da arrivare a mancare al matrimonio della figlia).
Ma quando il matrimonio della nipote (unica ancora a credere in lui), a cui ha promnesso di contribuire pagando le spese, arriva lo trova sull’orlo del fallimento.
Quindi decide di mettere a frutto l’unica cosa che gli è riuscita bene della sua vita, guidare per migliaia di km senza mai prendere una singola multa, ed accettare di trsportare misteriosi pacchi che gli garantiscono un lauto compenso.

In un cinema fatto di sparatorie, azione e colpi di scena abbiamo un anziano che ciacchiera amabilmente con spacciatori del cartello della droga, attraversa ascoltando musica datata l’america del Midwest (bellissimi gli scorci che ci regala il regista delle leggendarie pianure americane) e che, tra un’esternazione politicamente scorretta e l’altra, dispensa a tutti quei consigli di vita che è stato il primo a non rispettare nella sua.
Affiancato da un cast stellare (Cooper, Fishburne, Wiest, Garcia) il film tocca alcuni punti veramente pieni di emozione e regala un’intensa soddifazione.

THE MULE

Titolo originale The Mule
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d’America
Anno 2018
Durata 116 min
Rapporto 2,39 : 1
Genere thriller, drammatico, poliziesco
Regia Clint Eastwood
Sceneggiatura Nick Schenk
Produttore Clint Eastwood, Dan Friedkin, Bradley Thomas, Tim Moore, Kristina Rivera, Jessica Meier, Jilian Apfelbaum
Produttore esecutivo Aaron Gilbert, David Bernad, Ruben Fleischer, Todd Hoffman
Casa di produzione Malpaso Productions, Imperative Entertainment, Warner Bros.
Distribuzione (Italia) Warner Bros.
Fotografia Yves Bélanger
Montaggio Joel Cox
Musiche Arturo Sandoval
Scenografia Kevin Ishioka
Interpreti e personaggi

Clint Eastwood: Earl Stone
Bradley Cooper: agente Colin Bates
Michael Peña: agente Trevino
Dianne Wiest: Mary
Andy García: Laton
Alison Eastwood: Iris
Taissa Farmiga: Ginny
Ignacio Serricchio: Julio
Loren Dean: agente Brown
Laurence Fishburne: agente speciale Dea
Victor Rasuk: Rico
Manny Montana: Axl
Clifton Collins Jr.: Gustavo
Noel Gugliemi: Bald Rob
Eugene Cordero: Luis Rocha
Robert LaSardo: Emilio

Doppiatori italiani

Michele Kalamera: Earl Stone
Christian Iansante: agente Colin Bates
Daniele Raffaeli: agente Trevino
Stefanella Marrama: Mary
Massimo Lopez: Laton
Roisin Nicosia: Ginny
Jacopo Venturiero: Julio

Angelo Sonnino

About Angelo Sonnino

Angelo Sonnino, nasce a Roma nel 1969, e nonostante una laurea in economia con 107 e l'abilitazione a dottore commercialista mai utilizzati, continua nella sua carriera di Dj , cantante e intrattenitore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.