Mangiare Germogli a Roma

nutrizione03

di Tommaso Radice

I germogli per una cucina creativa, salutare e dai sapori sempre sorprendenti
Se quelli di soia sono diffusi in tutti i ristoranti di cucina orientale e noti al grande pubblico, la categoria dei “germogli” è in realtà molto più vasta e comprende tutta una varietà di legumi, cereali e piante da ortaggi: dall’erba medica alle lenticchie, dal frumento al grano saraceno, dal porro al ravanello e ancora la senape, il finocchio e il girasole.
I germogli offrono a chef e buongustai una preziosa materia prima che coniuga eccezionali proprietà nutritive a vitalità, freschezza e un’ampia varietà di sapori, odori e colori pronti a stimolare tutti i nostri sensi. Si prestano inoltre  egregiamente ad una cucina rapida, come ad esempio nelle guarnizioni di panini e bruschette… fatto non trascurabile visti i tempi frenetici in cui viviamo.


Ma cosa sono i germogli? Sono il risultato del processo di germinazione di un seme, che ha inizio con un ammollo e procede tramite successive innaffiature per un periodo variabile dai due giorni alle due settimane, a seconda delle varietà. Acqua e aria sono gli unici “ingredienti” di questo miracolo naturale, nel quale la piantina miniaturizzata che è racchiusa in ciascun seme va a svilupparsi senza bisogno di terra né apporto esterno di nutrienti.
I germogli sono l’elemento principale all’interno di un’alimentazione “viva”, ricca di enzimi, vitamine, minerali e antiossidanti: un’alimentazione che genera la vita e rigenera il nostro corpo senza appesantirlo e affaticarlo. La particolarità dei germogli è quella di essere mangiati integri, completi di radice, fusto e foglie; per questo motivo racchiudono tutta la ricchezza della pianta adulta: una manciata di 10 grammi di germogli di porro risulta allora equivalente a 10 Kg di porro “adulto”, visto che un piccolo germoglio di 3cm diventerebbe una pianta di 30cm se lo lasciassimo crescere nell’orto. I germogli, inoltre, continuano a vivere e respirare anche dopo il confezionamento, e per questo motivo non vanno incontro a processi di ossidazione e deperimento come le verdure raccolte in campo.
Come possiamo valorizzare in cucina una tale ricchezza? I germogli sono un ingrediente a 360°, e si prestano a preparazioni  di piatti di alimentazione viva e cucina crudista tanto quanto a re-interpretare ricette della tradizione mediterranea e orientale: ecco alcuni esempi.
I germogli di rucola, un vero e proprio concentrato aromatico e ricchi di antiossidanti, possono essere adoperati insieme a pinoli e olio d’oliva per dei tonnarelli al pesto. Quelli di aglio, dal gusto concentrato e con un odore caratteristico, per un originale piatto di spaghetti “ajo  ojo” e peperoncino.
Le lenticchie rosa germogliate, tenere e dal sapore delicato, che a crudo contengono anche vitamina C, sono adatte alla preparazione di nutrienti hummus insaporiti da prezzemolo o coriandolo, spezie, ma anche pomodori secche e olive.
I germogli di ravanello si contraddistinguono per due grandi foglie verdi a forma di cuore, il gambo dalla livrea bianca, rosa o porpora a seconda delle varietà, e un intenso sapore piccante. Ottimi per accompagnare a crudo insalate estive e verdure cotte invernali, insieme a sapori dolci come una crema di zucca o carote, una bruschetta ai pomodori o un formaggio caprino. Sono fonte di sali minerali, vitamine C e del gruppo B, e aiutano a depurare il sistema digestivo.
Ampiamente diffusi in altri paesi e continenti, dall’Europa del nord, al medio oriente, all’America settentrionale e meridionale, i germogli stanno conoscendo una crescente diffusione anche in Italia, grazie ad una sempre maggiore attenzione dei consumatori ad un’alimentazione sana e naturale, e all’attività “pioneristica” di alcuni produttori e ristoratori.
Si possono trovare freschi e pronti al consumo, in numerosi negozi bio della capitale, germogli di erba medica (alfalfa), fieno greco, ravanello, porro, lenticchie e mix di vario tipo.  Per chi abbia voglia di dedicarsi alla “autoproduzione”, sono inoltre disponibili kit di semi e germogliatori che permettono di dare vita ad un mini orto domestico, sempre freschissimo e pieno di vitalità, e veramente a Km 0!     

panino alfalfa nutrizione01 IMG_1617-1024x767

Punti vendita germogli freschi in Roma e Lazio

NOTA: in alcuni negozi i germogli potrebbero essere disponibili solo su richiesta, verificare direttamente col negoziante.

Città

Negozio Indirizzo

CAP

Telefono

Anguillara Sabazia Zea Via Anguillarese, 60/b

00061

06-99901307

Aprilia Alimentari Bio Via Verdi, 75

04011

06-9281240

Bracciano Terra Canta Via Principe Di Napoli, 50

00062

06-98268193

Guidonia I CINQUE SEMI VIA ROMA, 204

00012

0774-340110

Ladispoli Ben Di Bio Via Ancona, 170

00055

06 99222248

Latina Essenza Bio Viale Giulio Cesare, 66

04100

0773-281948

Monterotondo Bioshop Via 25 Ottobre, 14

00015

06-9061809

Roma Albero del pane via S.ta Maria del Pianto 20

00186

06 686 5016

Roma Aromaticus Via Urbana 134

00184

06 4881355

Roma AZ. AGR. MONTEVERDE Mercato de Calvi – L.go S.Eufrasia Pelletier box 15

00152

349-1311901

Roma Biomens viale delle Milizie 7/a

00192

06 37516718

Roma BIOPOLIS STORE via Tripolitania 39

00199

06-86580314

Roma Capo Horn Via D. Purificato, 199

00125

06-52358928

Roma Capoverso Via dei Gonzaga, 34/C

00163

06-66032180

Roma Il canestro Viale Gorizia, 51 (Quartiere Trieste)

00198

06 8541991

Roma Il canestro Via San Francesco a Ripa, 106 (Trastevere)

00153

06 5812621

Roma Il canestro via Luca della Robbia 12 (Testaccio)

00153

06 574 6287

Roma L’accessorio via Guido Reni, all’interno del mercato rionale, aperto la mattina

00196

 

Roma La Bioteca Via del Pianeta Venere, 87-89-91

00144

06-5292946

Roma La Capra Rampante via Donatello 65

00196

06 94359365

Roma L’ALTRO ALIMENTO Via Antonio Zotti, 122, Ostia Lido

00121

338-3996140

Roma Lo Stramonio Via Alessandro Piola Caselli n. 162, Ostia Lido

00122

06-5663089

Roma Naturasì Via Toscanini n. 5 (Infernetto)

00124

06-50918228

Roma Naturasì Via Trionfale, 13992

00135

06-30311300

Roma Naturasì Via del Foro Italico 501

00194

06 8073238

Roma Naturasì Via Tardini 68 (Circ.ne Cornelia)

00167

06 6636205

Roma Naturasì Via Oderisi da Gubbio, 66

00146

06 5578692
Roma Naturasì Via Portuense 540

00149

06 65745352
Roma Pane e Oglio via Oglio 5/B

00198

06 855 93 32

Roma Più Bio Marco Papio Via Marco Papio, 82

00175

06-7141335

Roma Più Bio Tuscolana Via Tuscolana, 1241

00173

06-72673098

Roma Solonatura Via Emanuele Filiberto 128

00185

 
Roma Tastevere vicolo del cinque (p.zza Trilussa)

00153

 

Roma Zibio Viale Gottardo, 47

00141

06-8275158

Punti vendita semi e germogliatori a Roma

•    Ecco il bio – via Alessandro Crivelli 19, 00151 Roma,  tel 06 5820 9331 (Monteverde)
•    L’accessorio – via Guido Reni, all’interno del mercato rionale 00196 Roma – aperto la mattina (quartiere Flamino)
•    Labiomaison – via di San Crisogono 39a, 00153 Roma, tel 06 5818691  (Trastevere)
•    Peroni snc –  Piazza dell’Unità 29, 00192 Roma,  tel 06 321 0852   (quartiere Prati)
•    Spazio bio alla CAE – All’interno della Città dell’altra economia, L.go Dino Frisullo, 00153 Roma  (Testaccio)

NOTA: se non siete a Roma, vi possono anche spedire semi e germogliatori.
Per maggiori informazioni e per avere un listino:
Tommaso Radice
info@germogliamo.it
tel 320 08 44 751
www.germogliamo.it
www.facebook.com/Germogliamo.it

2 comments to “Mangiare Germogli a Roma”

Comments are closed.