“Not Forgotten” nuova vita allo storico campo dell’AS Roma con un progetto di street art

Not Forgotten il progetto artistico per non dimenticare Campo Testaccio, il campo della Roma, quello che c’era una volta lì nel quartiere di Testaccio, e visibile dal Monte dei cocci.

Il campo dedicato ai giallorossi, lo storico stadio della AS Roma, e ormai lasciato all’abbandono, in un incompiuto disegno di parcheggio in via Zabaglia.

Da qui l’opera di Forgotten Project: offrire nuova vita all’impianto sportivo abbandonato, e riabilitare il valore di Campo Testaccio con l’arte,  e rivolgere nuovamente lo sguardo verso quel luogo-non luogo nella città grazie all’opera dello street artist Lucy McLauchlan  per la prima volta in Italia.

Così dal 23 maggio l’artista britannica ha donato nuova vita al muro di cinta dello stadio, mischiando i “colori dei palloni da calcio – il bianco e il nero che da sempre caratterizzano le sue opere, al giallorosso del muro e della squadra che qui giocò dal 1929 al 1940”.  

Una nuova veste, per non dimenticare quei luoghi che avevano un richiamo sociale e attivo, per la città e il quartiere. In ricordo di un tempo che fu, ma anche un modo per ridare valore a quei luoghi della Capitale che una volta avevano uno scopo, o idealmente erano proiettati verso un futuro di condivisione dello spazio cittadino.

Ancora l’arte come iniziativa per far volgere lo sguardo verso questi luoghi. “Tanti sono, infatti, i casi eclatanti di impianti sportivi dimenticati: dalla “Pinna di squalo” dell’Archistar Santiago Calatrava e il suo complesso olimpionico incompiuto a Tor Vergata, allo Stadio Flaminio e l’ex Velodromo solo per citare gli esempi più chiacchierati. Accanto a questi, anche alcune piccole strutture di quartiere condividono lo stesso destino” – come evidenziano da Forgotten Project, il progetto nato nel 2015.

Giunto alla seconda edizione Forgotten Project sceglie di intervenire su un edificio emblema della categoria, approfondendone gli aspetti architettonici, antropologici e sociali attorno ad esso.

L’opera di Lucy McLauchlan è stata portata anche su carta, con una serie in edizione limitata di serigrafie dall’artista. Le serigrafie, disponibili sul sito www.forgottenproject.it aiuteranno a finanziare il progetto. L’intervento è stato promosso da Absolut Vodka, che sostiene Forgotten Project ed è da sempre vicina al mondo dell’arte come strumento creativo per migliorare gli spazi urbani. Da diversi anni il brand rivolge il suo sostegno ad alcune opere nel quartiere di Testaccio, come l’opera monumentale della “Guernica” di Ron English realizzata all’ingresso dell’ex mattatoio nel 2010.

Le immagini delle opere del progetto “Not Forgotten” sono state realizzate da Stefano Corso e Zaira Biagini.

Arianna Pasquale

About Arianna Pasquale

Giornalista, editor, copy writer si occupa di comunicazione dopo la laurea in Filosofia del Linguaggio e della Mente, a Napoli. Arrivata a Roma è stata per diversi anni caporedattore del mensile “Next Exit, creatività e lavoro” specializzandosi in economia della cultura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.