Quando a Latina sconfissero Buffalo Bill

Il famoso cacciatore statunitense Buffalo Bill arrivò in Italia la prima volta nel 1890. Sbarcò nel porto di Napoli, città in cui si esibì nei primi spettacoli italiani. Si diresse poi con una carovana circense verso Roma seguendo la Via Appia e fermandosi nella zona di Cisterna di Latina dove si racconta che imbastì una discussione col duca Onorato Gaetani in merito alla sua grande abilità di domare e cavalcare i cavalli. Il duca che sapeva bene che i butteri locali non potevano essere da meno accettò la sfida. Una sfida che vide i butteri locali gareggiare col mitico Buffalo Bill nella capacità di sellare e montare alcuni puledri americani, senza essere sbalzati dalla sella, all’interno dell’arena costruita per lo spettacolo circense Wild West Show.

Vinsero i nostri “in casa” e si racconta che Buffalo Bill se la prese a tal punto che se ne andò senza pagare la posta in gioco. Nella famosa sfida dell’8 marzo 1890 a Prati di Castello, il duca Caetani e Buffalo Bill avevano scommesso 500 lire , che erano molti soldi all’epoca tanto che uno stipendio di 10 lire al mese era considerato già buono. Persa la scommessa, Buffalo Bill se ne andò in fretta e furia senza mai pagarla…


Augusto Imperiali



L’8 marzo 1890 nei dintorni di Roma si ebbe la celebre sfida nella doma di puledri contro i butteri dell’Agro Pontino capitanati dal cisternese Augusto Imperial.

Augusto Imperiali (Cisterna di Latina, 27 agosto 1865 – 18 dicembre 1954) entrò nell’arena a capo di un gruppo di 9 compagni a cavallo e, l’8 marzo 1890 a Prati di Castello (Roma), vinse la sfida lanciata dal mitico Buffalo Bill.

«Tenendo con la destra le redini e agitando con la sinistra il cappello, compiva una stupenda ed elegante galoppata intorno a tutto il campo. L’entusiasmo era alle stelle. Il pubblico applaudiva fragorosamente. I butteri entusiasti saltavano, ballavano, buttavano in aria i cappelli in onore del loro eroe”» (Nasi, 2006)

L’evento fu ovvimente molto seguito dalla popolazione locale  e da tutta la stampa, tanto che il Il Messaggero il giorno 10 marzo 1890 ha pubblicato:
«Il morello, tenuto con le corde, si dibatte frenetico; s’alza sulle zampe di dietro, tira rampate. I butteri le schivano sempre con la sveltezza di uomini esperti. Riescono finalmente a mettergli la sella con il sottocoda, e d’un salto uno dei butteri gli è sopra. È Augusto Imperiali. Nuova tempesta di applausi. I butteri, entusiasti del successo ottenuto, saltano, ballano, buttano all’aria i cappelli, tanto per imitare in tutto quello che si è visto fare dagli americani. Augusto Imperiali fa una stupenda galoppata intorno al campo, tenendo con la destra le redini e agitando con la sinistra il cappello. Tutte le sfuriate del cavallo non riescono a muoverlo dal posto un solo momento. Sceso a terra, e chiamato ad avvicinarsi ai primi posti dove riceve le più vive congratulazioni da tutti, compresa la Duchessa di Sermoneta e i suoi figli.»(Il Messaggero)

Augusto Imperiali, soprannominato “Augustarello” da quel momento divenne famoso, e come per un vero eroe la sua vittoria entrò a far parte della memoria storica di Cisterna di Latina, tanto che gli fu dedicata una statua press ouna scuola elementare e la sua figura ispirò canzoni e libri e anche un fumetto biografico.

 

 

Il buttero Augusto Imperiali, simbolo di un’Italia che non ha paura di nessuno, morì nel 1954, all’età di 89 anni ed è sepolto nel cimitero di Cisterna.

Buffalo Bill, pseudonimo di William Frederick Cody (Le Claire, 26 febbraio 1846 – Denver, 10 gennaio 1917), è stato un attore e cacciatore statunitense ma anche soldato, esploratore e impresario teatrale. Divenne un eroe nazionale americano dopo un breve corpo a corpo con il capo indiano Mano Gialla nel 1876, durante il quale si racconta che disse: «Ecco il primo scalpo per il Generale Custer!»

Fece spettacoli anche in alcune città italiane, tra cui Napoli, Torino, Genova, Alessandria, Udine, Milano, Bergamo, Brescia, Verona, Bologna, Firenze, Arezzo, Cremona e Roma, andando anche a Trieste al tempo austriaca.

L’8 Marzo del 1890 Buffalo Bill perde, a Prati di Castello, la celebre sfida nella doma di puledri contro i butteri dell’Agro Pontino capitanati dal cisternese Augusto Imperial

 

Igor Wolfango Schiaroli

About Igor Wolfango Schiaroli

Igor W. Schiarioli si occupa di editoria, scienze e tecnologie. Esperto di "new media" è specialista e appassionato di economia, tecnologie, internet, editoria e nuovi media.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.