Regole base per viaggiare con il proprio cane

Regole-viaggiare-con-cane_how-to-travel-with-a-Dog_Italy-RomeL’arrivo di un cane in famiglia è sempre un momento difficile da affrontare. Gli impegni e le priorità cambiano, i posti da poter visitare diminuiscono, le libertà crollano fino a cifre prossime allo zero; ma quasi nulla, nell’arco della vita di una persona, può donare tanto amore quanto un quattrozampe in casa.

Come detto, l’impegno è grande, sopratutto quando si parla di vacanze: ecco quindi alcuni consigli, da parte dei veterinari di Dogalize, per viaggiare con il proprio “figlio peloso”, e vivere con la massima serenità possibile una delle esperienze più belle della nostra vita.

1-L’identificazione: il microchip sottocutaneo è obbligatorio per tutti i cani a partire dai 4 mesi di vita, ed è fondamentale per il ritrovamento in qualsiasi paese grazie ai lettori (universali) presenti dai veterinari di tutto il mondo. E’ obbligatorio anche per viaggiare nella UE.

2-Il Passaporto Europeo: documento fondamentale per viaggiare assieme al proprio cane. Il Passaporto deve riportare i dati del proprietario, del cane, le effettuate vaccinazioni ed i trattamenti (alcuni obbligatori come quello contro la Tenia, per viaggiare ad esempio in Gran Bretagna)

3-Ricordarsi le sue cose: un cane è poco diverso da un bambino, quando si tratta di andare in giro, che siano viaggi lunghi o corti. Portarsi dietro un paio dei suoi giochini preferiti, una ciotola per l’acqua (quelle pieghevoli sono perfette) e le sue medicine renderà di sicuro il viaggio molto più piacevole

4-Viaggiare in macchina: se il viaggio è in macchina, NON mettete il cane sull’auto solo per partire. Non sapete come reagirà: abituatelo giorni prima alla macchina, facendo percorsi sempre più lunghi perché lui si acclimati e stia bene al momento del viaggio. Se per caso dovesse soffrire di crisi di vomito abbastanza frequenti, non usate l’auto, in quanto potrebbe soffrire di cinetosi. E sopratutto mai, mai lasciare il cane in auto sotto il sole; il caldo conduce all’ipertermia e alla disidratazione, ed alla morte in pochissime ore

5-Parametri fisiologici: è bene stare molto all’erta per qualsiasi segnale in grado di avvertirci di un malessere del cane. I parametri basali sono i seguenti, da tenere sotto controllo: 
-Temperatura rettale: 38-39°C
-Frequenza cardiaca: 70-130 bpm (minore la taglia del cane, maggiore la frequenza)
-Frequenza respiratoria: 10-40 atti/minuto (minore la taglia, maggiore la frequenza)
-Glicemia: 70-130 mg/dl (a digiuno, corrisponde a 4-7 mmol/L)

Seguendo queste piccole regole, l’esperienza della vacanza con il cane sarà sicuramente meravigliosa!

Se vuoi saperne di più, visita il sito Dogalize !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.