CORY HENRY & THE FUNK APOSTLES

25 Luglio 2018. Performance a dir vero incredibile, ieri al Parterre Cory Hery insieme alla sua incredibile band The Funk Apostles hanno creato una miscela inebriante di blues, soul, R & B, Afrobeat, gospel e jazz. Originario di Brooklyn, Henry potrebbe essere meglio conosciuto per il suo ruolo in Snarky Puppy, l’orchestra strumentale jazz-pop salutata da Rolling Stone come “uno dei gruppi più versatili del pianeta in questo momento.”
A sei anni ha fatto il suo debutto al leggendario Apollo Theatre di Harlem, e a diciannove anni è entrato a far parte della band turistica dell’icona del jazz Kenny Garrett. Da allora, è stato in tour o registrato con tutti, da Bruce Springsteen e The Roots a P. Diddy e Yolanda Adams, oltre a battere la Top 10 nelle classifiche Jazz di Billboard con un paio di album da solista La band The Funk Apostles composta dal chitarrista Adam Agati, che ha co-scritto i testi dell’album con Henry, il bassista Sharay Reed, il batterista TaRon Lockett incontrato mentre suonava con Snarky Puppy, il tastierista Nick Semrad e le stupende e bellissime coriste Denise Stoudmire & Tiffany Stevenson.
Registrato a Williamsburg, Brooklyn, “Art Of Love” è stato tracciato dal vivo su nastro nel tentativo di catturare l’inimitabile energia degli spettacoli dal vivo della band e di canalizzare le calde vibrazioni analogiche degli anni ’70. La band ha lavorato con prove minime e diverse tracce sono in realtà registrazioni di prima lettura

Con i suoi “Apostoli”, Henry predica il vangelo di un jazz in cui funk, gospel e sintetizzatori si mescolano, dando vita a una miscela intrigante e colta, eppure immediatamente riconoscibile.

Speriamo di ascoltare alti artisti nella capitale di grande rilievo musicale grazie al Roma Jazz Festival & Alcazar Live.

MARTEDÌ 24 LUGLIO 2018 al PARTERRE FARNESINA (Roma, Viale Antonino di San Giuliano) ore 21:30
CORY HENRY & THE FUNK APOSTLES
Cory Henry: tastiere
Nicholas Semrad: tastiere
Sharay Reed: basso
TaRon Lockett: batteria
Adam Agati: chitarra
Tiffany Stevenson e Denise Stoudmire: coro

Originario di Brooklyn, Cory Henry ha debuttato nel mondo della musica a soli sei anni, all’Apollo Theatre di Harlem. A 19 anni è entrato a far parte della touring band dell’icona del jazz Kenny Garrett. Noto ai più per la sua militanza negli Snarky Puppy, il super gruppo jazz-fusion salutato da Rolling Stone come “uno dei gruppi più versatili del pianeta in questo momento”, Henry è anche un musicista di razza.
Tastierista eccellente, prima di dedicarsi ai progetti da solista con i quali ha scalato le classifiche Jazz di BillBoard, ha suonato con Bruce Springsteen, The Roots, P. Diddy e Yolanda Adams.
Per il progetto con i Funk Apostles, Henry ha messo insieme i musicisti che ha incontrato sul suo cammino nel corso degli anni, creando un’autentica all-star band.
Il chitarrista Adam Agati, che ha scritto con Henry i testi dell’album, ha lavorato con tutti, da Booker T. Jones a Ludacris, mentre il bassista Sharay Reed ha suonato con Patti LaBelle, Aretha Franklin e Chakha Khan, solo per citarne alcuni. L’incontro con il batterista TaRon Lockett è avvenuto mentre suonava con gli Snarky Puppy, ma Lockett vanta collaborazioni con alcuni dei più grandi nomi del R & B tra cui Erykah Badu e Montell Jordan. Infine, il tastierista Nick Semrad ha lavorato con Miss Lauryn Hill, Bilal e Gabriel Garzon-Montano.
Con i suoi “Apostoli”, Henry predica il vangelo di un jazz in cui funk, gospel e sintetizzatori si mescolano, dando vita a una miscela intrigante e colta, eppure immediatamente riconoscibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.