problems-with-milk-and-dairiesIl latte è un alimento perfetto, ma solo per l’infante. Questo è principio molto semplice in natura.

Come sappiamo, in natura nessun animale beve latte dopo l’infanzia perché il latte è un nutrimento perfetto solo per i piccoli che non hanno denti per masticare cibi solidi. Quando i loro denti sono in crescita e ancora da completarsi, i piccoli  hanno bisogno di latte fino a quando loro ghiandole per il lattosio diventano inattive. Pertanto, per lo stesso motivo gli adulti non possono digerire il latte molto bene ed pare essere questa è la causa di molti problemi digestivi e di allergie che compaiono negli adulti che bevono latte.

Il problema di omogeneizzazione

Il processo di omogeneizzazione per il quale il grasso si separa dal latte, si effettua spingendolo attraverso un filtro fine a pressioni di circa 4.000 libbre per pollice quadrato. Lo scopo è quello di ridurre le dimensioni dei globuli di grasso in modo che non si separino. Le molecole di grasso sono quindi in grado di disperdere più facilmente tutto il latte, che impedisce la “scrematura” o ispessimento del latte. Ma  sappiamo che si può pagare un prezzo elevato per questo processo che non è nemmeno gustoso rispetto al latte non omogeneizzato. Sono queste molecole di grasso che diventano dannose per il corpo, perché entrano nelle nostre arterie e possono causare problemi di cuore.

omogeneizzazioneLa crema di latte contiene proteine ​​con enzima xantina ossidasi. Questo enzima si trova anche nel fegato umano ed è usato per abbattere composti per l’eliminazione e non gli viene mai permesso di entrare nel flusso sanguigno. Xantina ossidasi nel latte non omogeneizzato viene digerito (ripartito) nello stomaco e nell’intestino e espulso dal corpo, ma il latte omogeneizzato, secondo il dottor Kurt Oster, cardiologo, è molto dannoso per il cuore e le arterie. Il Dr. Oster ha dichiarato che quando il latte viene omogeneizzato, le minuscole particelle di grasso in esso incapsulano la xantina ossidasi e passano facilmente attraverso la parete intestinale nel flusso sanguigno intatto,  in tal modo la xantina ossidasi sfugge alla digestione. Nel sangue queste minuscole particelle di grasso vengono lentamente utilizzate come fonte di energia e nel processo espongono xantina ossidasi, che ora viaggia liberamente nel sangue e provoca danni ai rivestimenti interni di cuore e dei vasi sanguigni, comprese le arterie coronarie che portano il cuore. Poiché il danno alle arterie continua,  si formano lesioni, che permettono al colesterolo, così come ai minerali, come calcio e ferro di depositarsi facilmente su queste pareti arteriose danneggiate. Poiché queste sostanze si accumulano nelle arterie, che diventano indurite e ostruite, questo può ridurre notevolmente il flusso di sangue che trasporta sostanze nutritive e ossigeno al cuore, indebolendo cuore ed a seconda della gravità della riduzione del flusso di sangue, causare angina (dolore) o infarto del miocardio (attacco di cuore, quando una parte del muscolo cardiaco muore) (1).

Perché il latte di vacca non è buono per noi?

Mentre il latte materno , ricco di alfa-lattoalbumina, è così vitale e cambia con le esigenze del bambino, il latte di mucca (poverissimo di latto-alfa-albumina) sarebbe da intendersi solo per i vitelli. Quando una madre (umana) prima avvia una sessione di cura, il suo bambino viene nutrito con il primo latte, che ha più basso contenuto di grassi e alto contenuto di lattosio, uno zucchero del latte che è importante per lo sviluppo del bambino. Quando l’alimentazione progredisce, la madre produce latte secondario che è a più alto contenuto di grassi, in modo che aiuta il bambino si sente sazio più a lungo.

Secondo un famoso ricercatore e professore emerito di biochimica nutrizionale alla Cornell University, il dottor T. Colin Campbell (2), la caseina,  che costituisce un’alta percentuale di proteine ​​che si trovano nel latte di mucca, è il “numero uno cancerogeno [sostanza cancerogene ] con cui le persone entrano in contatto su base giornaliera. “

latte-di-muccaLa maggior parte del latte di mucca ha quantità misurabili di erbicidi, pesticidi, diossine (fino a 200 volte i livelli di sicurezza), fino a 52 antibiotici potenti (forse 53, con LS-50), sangue, pus, feci, batteri e virus. Il latte vaccino può avere tracce di tutto ciò la vacca mangia compreso  cose  il come fallout radioattivo da test nucleari (lo stronzio-90 problema ’50) (3).
La mancanza di prove per i benefici del latte

Nell’articolo ‘Got Proof? La mancanza di prove per le prestazioni di Latte ‘, il dottor Mark Hyman, un medico di famiglia e del New York Times bestseller autore scrive (4):

“In un nuovo articolo (5) da due dei più importanti scienziati di nutrizione della nazione di Harvard, il dottor David Ludwig e il dottor Walter Willett, in JAMA Pediatria, i nostri vecchi presupposti circa latte sono stati messi in discussione. Forse non aiuta a far crescere ossa forti, e può aumentare il rischio di cancro e di promuovere l’aumento di peso “.

“Latte e prodotti lattiero-caseari non promuovono la salute delle ossa. In una grande meta-analysis (6), il latte non ha ridotto il rischio di fratture. Altri studi hanno dimostrato che può aumentare i tassi di frattura. E i paesi con il più basso consumo di latte hanno il più basso rischio di osteoporosi e fratture. Calcium is not all it’s cracked up to be “.

Rischi nel bere latte di mucca

Gli svantaggi di bere latte non sono proprio un nuova scoperta. Anche negli articoli che sostengono l’idea che il latte è utile per la salute delle ossa a causa delle sue elevate quantità di calcio (che è un paradosso) molti ancora si riferiscono a pericoli del latte vaccino per la salute umana, in quanto può aumentare il rischio di cancro alla prostata e malattie cardiache. Questo articolo è apparso sul sito web Harvard School of Public Health è un esempio di questo:
http://www.hsph.harvard.edu/nutritionsource/calcium-full-story/

Bambino_allatta_senoLe seguenti dichiarazioni, che mostrano anche gli svantaggi di latte alimentare, sono state prese da rapporti di ricerca scientifica:
“I latticini possono giocare un ruolo importante nello sviluppo di allergie, asma, disturbi del sonno e mal di testa.”

Israel Journal of Medical Sciences 1983; 19 (9): 806-809 Pediatrics 1989; 84 (4): 595-603

“In realtà, il latte vaccino, soprattutto i trasformati e derivati del latte vaccino, è stato collegato a una serie di problemi di salute, tra cui: la produzione di muco, la perdita di emoglobina, diabete infantile, malattie cardiache, aterosclerosi, artrite, calcoli renali, sbalzi d’umore, depressione, irritabilità, allergie “.

Townsend Medical Letter, maggio 1995, Julie Klotter, MD

“Almeno il 50% di tutti i bambini negli Stati Uniti sono allergici al latte di mucca. I latticini  sono la principale causa di allergia alimentare non diagnosticata, spesso rivelata da diarrea, costipazione, e la stanchezza. Molti casi di infezioni di asma e del seno sono riportate di essere sollevate, o addirittura eliminate, tagliando fuori latteria “.

Natural Health, luglio 1994, Nathaniel Mead, MD

Latte e ossidazione quando viene a contatto con l’aria

Il latte è un fluido che diventa tossico, non appena viene a contatto con l’aria. In natura, il neonato prende il latte dal seno della madre senza il latte viene esposta all’aria. Così il processo artificiale di ottenere latte di animali, mettendolo in contenitori diversi e trasporto ad altri luoghi, è molto dannoso.

Rischio di batteri pericolosi

Per garantire che latte vaccino sia idoneo al consumo umano deve essere riscaldato a causa dei diversi batteri pericolosi in esso contenuti, come Malta fever (7), ma se lo riscaldiamo, le sue vitamine vengono distrutte e le proteine ​​perdono il loro valore nutrizionale.

Fermentazione ancora peggio

Unendo il latte in altre forme fermentati come lo yogurt o il formaggio, forse è ancora più dannoso. A mio parere il formaggio è uno dei peggiori alimenti e non è salutare in quanto contiene troppo sale. Fermentato, o nei formaggi stagionati è uno degli alimenti più tossici che l’uomo conosca. La quantità più piccola ha un effetto catastrofico sul sistema. Si disturba la digestione e rende tutto fermentato nel tratto digestivo, così cibi consumati non beneficiano il corpo. Secondo Albert Mosseri, un igienista naturale europeo e ricercatore, i formaggi fermentati possono creare o aggravare le seguenti condizioni: infezioni, febbre, mal di testa, nausea, sensibilità fredda, alito cattivo, cattiva digestione (8).

La fermentazione cibo non è utile per il nostro corpo in generale. Si provoca la produzione alcol nel cibo, che è una sostanza tossica per il nostro organismo. I cibi fermentati sono generalmente bassi in nutrienti (9).

L’acido lattico nello yogurt consuma l’ossigeno nel nostro sangue ci fa sentire assonnati. Troppo acido lattico nel corpo può anche portare a cancro (10). Ricordate che il cibo sano dovrebbe darvi energia, non sprecare la tua energia.

Problema alito cattivo

Mangiare latticini possono causare l’alito cattivo a causa della nostra incapacità di abbattere le proteine ​​di lattosio che è nei latticini. Ciò si traduce in un accumulo di aminoacidi, che poi convertono in composti solforati volatili dovuti a batteri anaerobici sulla lingua (11). La nostra lingua, i denti e il palato sono rivestiti con milioni di batteri. Dopo una bevanda di latte, questi microbi vanno a lavorare digerire le lattosio rimanenti, lipidi e proteine ​​che rivestono bocca. Nel tempo, questo processo digestivo si traduce in un eccesso di idrogeno solforato nella bocca, che provoca un odore acido. L’intolleranza al lattosio può anche causare l’alito cattivo. Gli esperti hanno recentemente scritto nel Chicago Tribune che, mentre ci sono pochi studi medici che collegano l’intolleranza al lattosio di alito cattivo, questa era ancora un possibilità (12).

Il lattosio causa molti problemi e non solo è una fonte di proteine ​​per i batteri per l’alito cattivo, ma non si addensa nel muco nasale e ciè rende più difficile  sgombrare il campo. Di tutti i prodotti lattiero-caseari, il formaggio è il peggiore seguita da vicino da milk (13).

FONTI:

1 http://health.howstuffworks.com/wellness/food-nutrition/facts/environmental-health-reasons-dairy.htm
http://nutritionguidetohealth.com/milk-to%20drink%20or%20not%20to%20drink.html

2 http://www.tcolincampbell.org/

3 www.notmilk.com

4 http://drhyman.com/blog/2013/07/05/got-proof-lack-of-evidence-for-milks-benefits/

5 http://archpedi.jamanetwork.com/article.aspx?articleid=1704826

6 http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20949604

7 For more information about these dangers, read “Raw Milk Questions and Answers” in Center for Disease Control and Prevention: http://www.cdc.gov/foodsafety/rawmilk/raw-milk-questions-and-answers.html

8 http://www.fredericpatenaude.com/articles/worstfoods.html

9 More information: http://www.rawfoodexplained.com/fermented-foods/the-harmful-effects-of-fermented-foods.html

10 More information in the article “Lactic Acid Found To Fuel Tumors” on Science Daily:http://www.sciencedaily.com/releases/2008/11/081120171325.htm

11 Resource: “Battling Bad Breath” on the Dr. OZ show: http://www.doctoroz.com/blog/jonathan-b-levine-dmd/battling-bad-breath

12 Resource: “Milk causes bad breath in several ways”: http://www.therabreath.com/articles/blog/oral-care-tips-and-advice/milk-causes-bad-breath-in-several-ways-3565.asp

13 Resource: “Bad Breath Lifestyle Tips”: http://www.badbreath.com.au/article/lifestyle-tips-bad-breath.html

Avatar photo

Di Moein Nejad

Moein Ghahremani Nejad is an independent raw vegan researcher and author of Rethink Your Diet (www.RethinkYourDiet.com).
He became a vegan in 2011 and after that, he continued to research about different diets including vegetarianism, raw foods and healthy lifestyles.
He is trying to help others to become conscious about what they eat and the effects of it on their health, their life and the planet.

Moein Ghahremani Nejad is a raw vegan author and an activist. Originally from Iran, he currently lives in Malaysia and is actively connected with people all around the world, spreading the raw food message and helping people to succeed in following a healthy diet, whether vegan, raw foodist or otherwise. He runs websites and has published books in both English and Persian.

  • Founder and admin of www.VeganDownload.com, the biggest vegetarian online resource in Persian.
  • Publish e-books about veganism, animal rights and natural lifestyle in Persian)
  • Blogger at www.VeganIdealWorld.com
  • Speaker at 41st International Vegetarian Festival, Oct. 2013, Kuala Lumpur, Malaysia
  • Speaker and participant in raw vegan local sessions in Iran
  • Admin of the Facebook group ‘Vegan & Raw Vegan Experiences’
  • Collaboration with ‘Hormat-e-Hayat’ NGO (www.HormateHayat.com) _ Public and international relation supporter

  • 2 pensiero su “I problemi del latte e derivati”
    1. “Thanks for some other informative web site. The place else could I am getting that type of info written in such an ideal means? I have a venture that I am just now working on, and I’ve been on the glance out for such information.”

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Rome Central Mag
    We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. We also share information about your use of our site with our social media, advertising and analytics partners. View more
    Cookies settings
    Accept
    Decline
    Privacy & Cookie policy
    Privacy & Cookies policy
    Cookie name Active

    Privacy Policy

    What information do we collect?

    We collect information from you when you register on our site or place an order. When ordering or registering on our site, as appropriate, you may be asked to enter your: name, e-mail address or mailing address.

    What do we use your information for?

    Any of the information we collect from you may be used in one of the following ways: To personalize your experience (your information helps us to better respond to your individual needs) To improve our website (we continually strive to improve our website offerings based on the information and feedback we receive from you) To improve customer service (your information helps us to more effectively respond to your customer service requests and support needs) To process transactions Your information, whether public or private, will not be sold, exchanged, transferred, or given to any other company for any reason whatsoever, without your consent, other than for the express purpose of delivering the purchased product or service requested. To administer a contest, promotion, survey or other site feature To send periodic emails The email address you provide for order processing, will only be used to send you information and updates pertaining to your order.

    How do we protect your information?

    We implement a variety of security measures to maintain the safety of your personal information when you place an order or enter, submit, or access your personal information. We offer the use of a secure server. All supplied sensitive/credit information is transmitted via Secure Socket Layer (SSL) technology and then encrypted into our Payment gateway providers database only to be accessible by those authorized with special access rights to such systems, and are required to?keep the information confidential. After a transaction, your private information (credit cards, social security numbers, financials, etc.) will not be kept on file for more than 60 days.

    Do we use cookies?

    Yes (Cookies are small files that a site or its service provider transfers to your computers hard drive through your Web browser (if you allow) that enables the sites or service providers systems to recognize your browser and capture and remember certain information We use cookies to help us remember and process the items in your shopping cart, understand and save your preferences for future visits, keep track of advertisements and compile aggregate data about site traffic and site interaction so that we can offer better site experiences and tools in the future. We may contract with third-party service providers to assist us in better understanding our site visitors. These service providers are not permitted to use the information collected on our behalf except to help us conduct and improve our business. If you prefer, you can choose to have your computer warn you each time a cookie is being sent, or you can choose to turn off all cookies via your browser settings. Like most websites, if you turn your cookies off, some of our services may not function properly. However, you can still place orders by contacting customer service. Google Analytics We use Google Analytics on our sites for anonymous reporting of site usage and for advertising on the site. If you would like to opt-out of Google Analytics monitoring your behaviour on our sites please use this link (https://tools.google.com/dlpage/gaoptout/)

    Do we disclose any information to outside parties?

    We do not sell, trade, or otherwise transfer to outside parties your personally identifiable information. This does not include trusted third parties who assist us in operating our website, conducting our business, or servicing you, so long as those parties agree to keep this information confidential. We may also release your information when we believe release is appropriate to comply with the law, enforce our site policies, or protect ours or others rights, property, or safety. However, non-personally identifiable visitor information may be provided to other parties for marketing, advertising, or other uses.

    Registration

    The minimum information we need to register you is your name, email address and a password. We will ask you more questions for different services, including sales promotions. Unless we say otherwise, you have to answer all the registration questions. We may also ask some other, voluntary questions during registration for certain services (for example, professional networks) so we can gain a clearer understanding of who you are. This also allows us to personalise services for you. To assist us in our marketing, in addition to the data that you provide to us if you register, we may also obtain data from trusted third parties to help us understand what you might be interested in. This ‘profiling’ information is produced from a variety of sources, including publicly available data (such as the electoral roll) or from sources such as surveys and polls where you have given your permission for your data to be shared. You can choose not to have such data shared with the Guardian from these sources by logging into your account and changing the settings in the privacy section. After you have registered, and with your permission, we may send you emails we think may interest you. Newsletters may be personalised based on what you have been reading on theguardian.com. At any time you can decide not to receive these emails and will be able to ‘unsubscribe’. Logging in using social networking credentials If you log-in to our sites using a Facebook log-in, you are granting permission to Facebook to share your user details with us. This will include your name, email address, date of birth and location which will then be used to form a Guardian identity. You can also use your picture from Facebook as part of your profile. This will also allow us and Facebook to share your, networks, user ID and any other information you choose to share according to your Facebook account settings. If you remove the Guardian app from your Facebook settings, we will no longer have access to this information. If you log-in to our sites using a Google log-in, you grant permission to Google to share your user details with us. This will include your name, email address, date of birth, sex and location which we will then use to form a Guardian identity. You may use your picture from Google as part of your profile. This also allows us to share your networks, user ID and any other information you choose to share according to your Google account settings. If you remove the Guardian from your Google settings, we will no longer have access to this information. If you log-in to our sites using a twitter log-in, we receive your avatar (the small picture that appears next to your tweets) and twitter username.

    Children’s Online Privacy Protection Act Compliance

    We are in compliance with the requirements of COPPA (Childrens Online Privacy Protection Act), we do not collect any information from anyone under 13 years of age. Our website, products and services are all directed to people who are at least 13 years old or older.

    Updating your personal information

    We offer a ‘My details’ page (also known as Dashboard), where you can update your personal information at any time, and change your marketing preferences. You can get to this page from most pages on the site – simply click on the ‘My details’ link at the top of the screen when you are signed in.

    Online Privacy Policy Only

    This online privacy policy applies only to information collected through our website and not to information collected offline.

    Your Consent

    By using our site, you consent to our privacy policy.

    Changes to our Privacy Policy

    If we decide to change our privacy policy, we will post those changes on this page.
    Save settings
    Cookies settings