Risotto ai petali di rosa

Risotto ai petali di rosa x 2

4 cucchiai di petali di rosa biologici o del vostro giardino
250 gr riso carnaroli
1 cipolla media
4 cucchiai di olio evo
1 litro di brodo vegetale
½ bicchiere di vino bianco
40 gr burro
40 gr parmigiano reggiano

Procedimento

  1. Lavare tutti i petali in acqua fredda.
  2. Scegliere i petali per la decorazione finale, tamponare l’acqua in eccesso e conservarli in frigorifero.
  3. Mettere in infusione gli altri petali con acqua tiepida per almeno 20 minuti
  4. Tagliare finemente la cipolla
  5. Aggiungere l’acqua delle rose al brodo vegetale e portare il liquido ad ebollizione.
  6. In una pentola mettere l’olio e 20 grammi di burro con la cipolla.
  7. Appena la cipolla sarà dorata aggiungere il riso che deve brillare.
  8. Aggiungere il vino e continuare a girare finchè il vino non sarà sfumato completamente
  9. Aggiungere mestoli di brodo e farli assorbire al riso fino a 5 minuti dalla fase finale.
  10. Aggiungere al riso i petali e terminare la cottura del risotto con un altro mestolo di brodo.
  11. A cottura ultimata aggiungere parmigiano grattato e 20 gr di burro, coprire la pentola e lasciare mantecare il riso per almeno 3 minuti
  12. Mise en place con i petali freschi di decorazione.

Curiosità

La rosa nei vigneti è una tradizione antica. In gergo tecnico la rosa è definita pianta spia. Ovvero la rosa è una pianta che manifesta prima i sintomi di eventuali attacchi di patologie fitopatiche e fisiopatiche, presenza di parassiti, ma anche carenze minerali derivanti dal suolo. Un tempo, i vignaioli le piantavano nelle teste dei filari di vite per proteggere i loro vigneti, in quanto le rose fungevano da “sentinelle” essendo le prime ad essere colpite in caso di eventuali malattie. Ciò consentiva ai viticoltori di agire in modo tempestivo sul problema per prevenire i danni al raccolto. Le rose di conseguenza venivano messe in testa ai filari, principalmente per una questione di monitoraggio e controllo, in questo modo era più facile tenere sotto controllo i cicli biologici di insetti e funghi, attuando così la miglior difesa.

   link osservatorio nazionale vino e salute:
http://www.osservatoriovinoesalute.it/schede-sala-museale/102-le-rose-nelle-vigne.html

 

Risotto ai petali di rosa
La rosa nei vigneti è una tradizione antica. In gergo tecnico la rosa è definita pianta spia. Ovvero la rosa è una pianta che manifesta prima i sintomi di eventuali attacchi di patologie fitopatiche e fisiopatiche, presenza di parassiti, ma anche carenze minerali derivanti dal suolo.
Write a review
Print
78 calories
1 g
14 g
5 g
7 g
3 g
20 g
320 g
0 g
0 g
2 g
Nutrition Facts
Serving Size
20g
Servings
2
Amount Per Serving
Calories 78
Calories from Fat 45
% Daily Value *
Total Fat 5g
8%
Saturated Fat 3g
16%
Trans Fat 0g
Polyunsaturated Fat 0g
Monounsaturated Fat 2g
Cholesterol 14mg
5%
Sodium 320mg
13%
Total Carbohydrates 1g
0%
Dietary Fiber 0g
0%
Sugars 0g
Protein 7g
Vitamin A
3%
Vitamin C
0%
Calcium
24%
Iron
1%
* Percent Daily Values are based on a 2,000 calorie diet. Your Daily Values may be higher or lower depending on your calorie needs.
Ingredients
  1. 4 cucchiai di petali di rosa biologici o del vostro giardino
  2. 250 gr riso carnaroli
  3. 1 cipolla media
  4. 4 cucchiai di olio evo
  5. 1 litro di brodo vegetale
  6. ½ bicchiere di vino bianco
  7. 40 gr burro
  8. 40 gr parmigiano reggiano
Instructions
  1. Lavare tutti i petali in acqua fredda.
  2. Scegliere i petali per la decorazione finale, tamponare l’acqua in eccesso e conservarli in frigorifero.
  3. Mettere in infusione gli altri petali con acqua tiepida per almeno 20 minuti
  4. Tagliare finemente la cipolla
  5. Aggiungere l’acqua delle rose al brodo vegetale e portare il liquido ad ebollizione.
  6. In una pentola mettere l’olio e 20 grammi di burro con la cipolla.
  7. Appena la cipolla sarà dorata aggiungere il riso che deve brillare.
  8. Aggiungere il vino e continuare a girare finchè il vino non sarà sfumato completamente
  9. Aggiungere mestoli di brodo e farli assorbire al riso fino a 5 minuti dalla fase finale.
  10. Aggiungere al riso i petali e terminare la cottura del risotto con un altro mestolo di brodo.
  11. A cottura ultimata aggiungere parmigiano grattato e 20 gr di burro, coprire la pentola e lasciare mantecare il riso per almeno 3 minuti
  12. Mise en place con i petali freschi di decorazione
Notes
  1. Un tempo, i vignaioli le piantavano nelle teste dei filari di vite per proteggere i loro vigneti, in quanto le rose fungevano da “sentinelle” essendo le prime ad essere colpite in caso di eventuali malattie. Ciò consentiva ai viticoltori di agire in modo tempestivo sul problema per prevenire i danni al raccolto. Le rose di conseguenza venivano messe in testa ai filari, principalmente per una questione di monitoraggio e controllo, in questo modo era più facile tenere sotto controllo i cicli biologici di insetti e funghi, attuando così la miglior difesa.
Adapted from For Dinners Blog
beta
calories
78
fat
5g
protein
7g
carbs
1g
more
Adapted from For Dinners Blog
Rome Central Magazine, city on the web https://www.romecentral.com/
Margherita Fiaccavento

About Margherita Fiaccavento

Margherita Fiaccavento nasce a Roma nel 1968. Di famiglia profondamente borghese, dopo aver studiato per la carriera diplomatica a Roma e Parigi ne rifiuta i condizionamenti sviluppando un carattere ribelle ed anticonformista. Dopo 15 anni di esperienze professionali manageriali passa alla televisione come autore testi ed esperta di web content. Nel 2012 lascia Roma e l’eldorado mediatico per la campagna emiliana. "Amazon on me" e’ la sua prima opera di narrativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.