Electrovinyl Corner, a Roma centro uno spazio dedicato ai vinili

Da sempre le copertine dei dischi sono come un libro a cielo aperto, una sorta di universo fatto di segni e colori, per cultori, dove musica e arti visive di ogni genere si fondono: fotografia, grafica, illustrazione, diventando in alcuni casi, vere e proprie icone, pezzi cult, specialmente oggi in cui l’oggetto-disco è sempre più raro.

Questo il concept cui si ispira il progetto Electrovinyl Corner e prende forma al centro di Roma, all’interno del Contemporary Cluster, una galleria d’arte, tra architettura, design e cocktail bar che ospita oggetti di modernariato e d’autore, mostre temporanee, reading, progetti, eventi e serate all’insegna di una scelta musicale ricercata, all’insegna della ricerca e dell’innovazione.

Un luogo unico nel suo genere, che richiama la creatività dinamica dei club berlinesi unita ad un gusto per la ricerca innovativa di un retrò mai passato di moda. Una location d’eccezione quella che il Contemporary Cluster propone all’interno del Palazzo Cavallerini Lazzaroni, esempio di Barocco romano nel centro storico della capitale (tra Campo de’ Fiori e Largo di Torre Argentina) che nel tempo è riuscito a conservare splendidi elementi della sua forma originaria anche dopo diversi interventi. Costruito dall’architetto Giovanni Antonio De Rossi nel 1676, con soffitti a volta e affreschi del seicentesco, prende il nome dal suo committente, il Cardinale Giangiacomo Cavallerini. Nel XVIII secolo la funzione del Palazzo fu destinata a uso pubblico, e nel 1784 fu trasformato nella prima scuola per sordomuti d’Italia.

Negli anni ’50 del Novecento ha avuto un intervento architettonico per poi ospitare Spazio Sette, tra i più ampi negozi di design della città. Ed oggi rivive come spazio polivalente in cui arte, design, musica si incontrano in un luogo che può essere considerato di passaggio e, al tempo stesso, punto di riferimento per incontri, lavoro e acquisti variegati.

 

Sono cresciuto, tra artisti, stilisti e appassionati di musica, soprattutto attraverso il MICROSOLCO. Avevo 6 anni e giocavo con i vinili in mano, usavo le cucchiarelle sulle sedie ricoperte di pelle e immaginavo di essere al comando di una batteria. Tutta colpa di mio padre, un uomo dalla creatività fuori dal comune, mi portava ai mercatini e spesso tornavamo a casa con un vinile” – racconta Dario Pellegrino, ideatore di Electrovinyl Corner.

“Per me il disco rappresenta il passato, il presente e il futuro. Un percorso fatto di passione per la musica, il ballo e non lo sballo. Il disco è arte pura, immortale”.

Dall’idea di Dario Pellegrino, il vinile corner, dedicato ai vinili, al secondo piano dell’edificio, raccoglie un mix di vinili nuovi e usati, rari e da collezione, che possono essere ascoltati all’interno dello spazio come in una saletta da thè finemente arredata, in uno stile che di volta in volta cambia. Perché particolarità del luogo è la selezione continua di oggetti, mobili d’arredo e, naturalmente le proposte di vinili sempre diverse.

Electrovinyl Corner
Palazzo Cavallerini Lazzaroni
Via dei Barbieri 7 – 00186, Roma

Info: electrovinylmusic@gmail.com
Pagina Fb 

Arianna Pasquale

About Arianna Pasquale

Giornalista, editor, copy writer si occupa di comunicazione dopo la laurea in Filosofia del Linguaggio e della Mente, a Napoli. Arrivata a Roma è stata per diversi anni caporedattore del mensile “Next Exit, creatività e lavoro” specializzandosi in economia della cultura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.