La Befana a Roma tra eventi, manifestazioni, mercatini e feste

La festa della Befana a Roma arriva il 6 gennaio, che corrisponde alla festa cristiana dell’Epifania (Epifania del Signore).  Riscuote da sempre un grande successo sopratutto nell’ambito di eventi e manifestazioni in suo onore. Prima del successo di Babbo Natale, che divenne pià popolare solo dopo l’ultima guerra mondiale, la Befana era attesa da tutti i bambini romani per i sui regali e i suoi dolcetti.

A Roma tradizionalmente i regali importanti si scambiavano proprio il giorno della Befana che è una importantissima figura del folklore di Roma e di altre zone dell’Italia centrale.

La leggenda racconta che la Befana faccia visita ai bambini durante le prime ore dell’epifania (6 gennaio) per consegnare reali riempire le calze , che vengono appesa in cucina con dolci e carbone. Il carbone viene consegnato solamente ai bambini che durante l’anno si sono comportati male mentre i bambini “buoni” ricevono caramelle e cioccolatini. La Befana è spesso descritta come una vecchietta a cavallo di una scopa, con le fattezze di una strega buona.

In alcune regioni d’Italia, come il Lazio, la Befana è una figura molto importante e rappresenta l’ultimo giorno di vera festa dove si svolgono importanti fiere culinarie. Il 6 gennaio è anche l’ultimo in cui si tiene l’albero di Natale a casa.

Secondo la tradizione popolare, i Re Magi, diretti a Betlemme per portare i doni a Gesù Bambino, non riuscendo a trovare la strada, chiesero informazioni ad una vecchia. Malgrado le loro insistenze, affinchè li seguisse per far visita al piccolo, la donna non uscì di casa per accompagnarli. In seguito, pentitasi di non essere andata con loro, dopo aver preparato un cesto di dolci, uscì di casa e si mise a cercarli, senza riuscirci. Così si fermò ad ogni casa che trovava lungo il cammino, donando dolciumi ai bambini che incontrava, nella speranza che uno di essi fosse il piccolo Gesù. Da allora girerebbe per il mondo, facendo regali a tutti i bambini, per farsi perdonare.

Filastrocca della Befana
La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte col cappello alla romana viva viva la Befana!

 
Tradizionalmente a Roma moltissime famiglie ogni anno si riuniscono a Piazza Navona per festeggiare la festività, incontrare la Befana e assaporare i suoi dolci presenti nei banchetti presenti in piazza. Uno dei dolci più ambiti da noi bambini quando ci portavano a piazza Navona era la cosiddetta “Mela Stregata”, un frutto rigorosamente ricoperto di un luccicante strato di zucchero rosso sangue.

Pala dell’altare maggiore della chiesa parrocchiale di Ortisei consacrata alla epifania e a San Ulderico vescovo. Dipinto di Josef Moroder-Lusenberg del 1880

L’Epifania (anche detta Epifania del Signore) è una festa cristiana celebrata dodici giorni dopo il Natale, ossia il 6 gennaio per le chiese occidentali e per quelle orientali che seguono il calendario gregoriano, e il 19 gennaio per le chiese orientali che seguono il calendario giuliano.Il termine deriva dal greco antico, verbo ἐπιφαίνω, epifàino (che significa “mi rendo manifesto”), dal sostantivo femminile ἐπιφάνεια, epifàneia (manifestazione, apparizione, venuta, presenza divina). Sin dai tempi di San Giovanni Crisostomo il termine assunse una valenza ulteriore, associata alla Natività di Gesù Cristo.Nelle Chiese cattolica ed Anglicana è una delle massime solennità celebrate, assieme alla Pasqua, il Natale, la Pentecoste e l’Ascensione, ed è quindi istituita come festa di precetto; nei Paesi in cui non è festività civile viene spostata alla domenica tra il 2 e l’8 gennaio. (da wikipedia)

La Befana seduta in mezzo al raccolto – incisione di Bartolomeo Pinelli 1825

Cenni storici
Il termine “Befana” deriva verosimilmente da “Epifania”, ricollegandosi al senso etimologico di “manifestazione divina”: in origine il giorno della natività cristiana non era infatti festeggiato il 25 dicembre bensì proprio il 6 gennaio. Con la diffusione del cristianesimo e la necessità di contrastare l’uso antico di festività pagane, la Chiesa di Roma mise in atto un vero e proprio processo di assimilazione dei riti pagani all’interno di festività cristiane, in modo da “traghettare” il popolo da una religione a un’altra mantenendo tuttavia intatta la struttura rituale. Così il giorno della Natività fu anticipato al 25 dicembre, giorno di celebrazione del Natalis Solis Invicti, culto di tipo solare diffusissimo a Roma a partire dal III secolo d.C.; in questo modo la celebrazione del “Sol Invictus” si sarebbe semplicemente trasformata nel giorno della Natività di Cristo, figura spesso associata alla luce e al sole, come ad esempio nelle raffigurazioni dell’aureola. (Fonte: C. Giannottu, Officina della storia)

 

LA FESTA DELL’ EPIFANIA E LA BEFANA NEL MONDO

Befana ed Epifania in Spagna
Il 6 gennaio tutti i bambini spagnoli si svegliano presto e corrono a vedere i regali che i Re Magi hanno lasciato. Il giorno precedente mettono davanti alla porta un bicchier d’ acqua per i cammelli assetati e anche qualcosa da mangiare e una scarpa.
In molte città si tiene il corteo dei Re Magi, in cui i Re sfilano per le vie cittadine su dei carri riccamenti decorati.

Befana ed Epifania in Francia
Nel giorno dell’ epifania si usa fare un dolce speciale, all’ interno del quale si nasconde una fava. Chi la trova diventa per quel giorno il re o la regina della festa.

Befana ed Epifania in Russia
La chiesa ortodossa celebra il Natale il 6 gennaio. Secondo la leggenda i regali vengono portati da Padre Gelo accompagnato da Babuschka ,una simpatica vecchietta.

Befana ed Epifania in Germania
Questo è il giorno della venuta dei Re Magi. Spesso i preti e i chirichetti vanno nelle case per chiedere delle donazioni e recitano solitamente anche qualche Verso o intonano una canzone sacra. Le persone di religione cattolica si recano in chiesa, a messa, ma in Germania il 6 Gennaio non è un giorno festivo, si lavora come solito e i bambini vanno a scuola.

Befana ed Epifania in Islanda
Il 6 gennaio viene chiamato il tredicesimo, perchè da Natale fino a questa data trascorrono 13 giorni. Questo è l’ultimo giorno del periodo festivo nel quale si dice addio al Natale. Si inizia con una fiaccolata, alla quale partecipano anche il re e la regina degli elfi. A metà strada arriva anche l’ultimo dei Babbo Natale, il tredicesimo ( il primo Babbo Natale arriva l’ 11 dicembre e poi ne arriva uno ogni giorno fino a Natale, poi dal 25 dicembre in poi ne va via uno al giorno). La fiaccolata finisce con un falò e con dei fuochi d’ artificio.

Befana ed Epifania in Ungheria
Il giorno dell’ epifania i bambini si vestono da Re Magi e poi vanno di casa in casa portandosi dietro un presepe e in cambio ricevono qualche soldo.

Befana ed Epifania in Romania
La festa dell’ epifania rappresenta la venuta dei Re Magi ed è un giorno festivo. Ancora oggi in alcuni paesi i bambini vanno lungo le strade e bussano alle porte per chiedere se possono entrare per raccontare delle storie. Di solito come compenso ricevono qualche spicciolo. Anche i preti vanno di casa in casa per benedire le case. (Fonte: ilnatale.org)

Epifania 2017 Roma, cosa a fare per festeggiare la Befana?

Befana 2017 a piazza Navona
Alle 11:30
con il concerto di Luigi Schneider e per proseguire poi alle 12 con la voce del cantautore Alberto Mieli oltre alla rappresentazione del Teatro dei piedicon Monsieur David.
Alle 17.30 Piazza
Navona accoglierà il corteo dei Re Magi a cavallo, scortati da un drappello d’onore del Reggimento Lancieri di Montebello abbigliato con uniformi d’epoca, e con un seguito di paggi e pastori.

Il corteo a San Pietro “Viva la Befana”
In Piazza San Pietro e Via della Conciliazione la 32esima edizione del corteo storico-folcloristico “Viva la Befana”, dal 1985 e considerato degli eventi più importanti della giornata.
A partecipare al corteo 1300 figuranti in costume, provenienti da Giove, Acquasparta, Amelia, Otricoli e San Gemini, che sfileranno lungo Via della Conciliazione fino a San Pietro.

LA BEFANA VIEN DI NOTTE | XIII edizione a Ostia
Al Teatro del Lido di Ostia 06/01/2017 Spettacolo, Teatro adulti e ragazzi.
Via delle Sirene, 22, 00121 Lido di Ostia Roma, Telefono: 06 564 6962 L’Allegra Banderuola presenta LA BEFANA VIEN DI NOTTE | XIII edizione a cura di Catia Castagna con Bruno Tognolini, Teatro del Sottosuolo, I Nipoti di Bernardone, Le Dolores Picasso, Magazzino dei Semi e tanto altro.  scenografia a cura di Simone Perra- Spettacolo per tutte le età ingresso gratuito.
Una giornata dove più artisti si esibiscono per regalare un pomeriggio di festa alle famiglie e dare nuova linfa alla tradizione popolare dell’Epifania a Roma. Evento di teatro, musica e narrazione per le famiglie e i bambini di tutte le età. Nella casa della befana, carbone e mandarini per tutti. Spettacoli per grandi e piccini, befane con i loro incantesimi e le loro magie. Tanti personaggi immaginari, buffi e stralunati, insoliti folletti antichi e poetici. Installazioni a cura di Simone Perra e di Magazzino dei Semi; musica con Le Dolores Picasso; magiche storie, raccontate da Bruno Tognolini; clownerie, giocoleria e acrobatica con I Nipoti di Bernardone e il loro “Hope! hope! hoplà”. E tanto altro. Unitevi a noi nel turbinio della fantasia che segue alla notte più magica dell’anno.

Il Presepe di Sabbia
Dal 24 dicembre 2016 a domenica 8 gennaio il Presepe di Sabbia è uno degli eventi più suggestivi è arrivato alla quarta edizione.
Realizzato in una grotta sita nel cuore del quartiere di Casalbertone, il Presepe è stato costruito a pochi metri dall’antico basolato in porfido con una sabbia molto particolare: si tratta infatti di un particolare sedimento depositato dal fiume Tevere nel pliocene alla fine dell’ultima era glaciale. Essendo molto fine e pulita, è una sabbia perfetta per la realizzazione di sculture simili.
L’ingresso è libero a tutti gratuitamente.

Mostra The Art of the Brick a Roma
Da non perdere la mostra “The Art of the Brick” presso l’Auditorium Parco della Musica (viale de Coubertin 30). Uno degli eventi più importanti del momento e vanta una vasta gamma di opere che vanno dalla semplice figura umana a quella rivisitata nell’arte, come la riproduzione della “Gioconda” di Leonardo Da Vinci o “L’Urlo” di Munch, uno scheletro di dinosauro T-Rex, costruito con oltre 80.000 mattoncini. , le raffigurazioni della Cappella Sistina e della “Notte Stellata” di Van Gogh.
Orari mostra dalle 11.00 alle 22.00, il costo del biglietto invece è così stabilito:Intero: 16 euro (+1,50 euro di prevendita) Ridotto generico ( over 65 anni , under 12, militari, cral, media partners, disabili*, ): 12 euro (+1,50 euro di prevendita)Ridotto gruppi (per un minimo di 25 persone): 10 euro (+1 euro di prevendita)Ridotto scuole (per un minimo di 15 alunni): 8 euro (+ 1 euro di prevendita)

La Befana al Bioparco di Roma
Lo Zoo di Roma da diversi anni trasformato in Biparco Roma.
Previste tante iniziative ludico-didattiche adatte ai bambini dalle 09.30 alle 17.00, tutte comprese nel biglietto d’ingresso.
Accompagnati dai guardiani, i bambini potranno scoprire cosa mangiano gli animali presenti nel bioparco ed assistere allo spettacolo in due orari diversi: alle 12,30 o alle 15,00 che ha come protagonista l’elefante Sofia.Inoltre saranno previsti incontri ravvicinati con blatte soffianti, furetti, rospi e molti altri animali di cui spesso si ha paura, ma sono in realtà importantissimi per l’ambiente.Per accedere al Bioparco, il costo è il seguente:€ 16.00 per: gli adulti€ 13.00 per: bambini di altezza superiore ad 1 metro e fino a 10 anni; over 65 tutti i giorni (escluso il mercoledì, per i quali il biglietto costa € 6.00*); gruppi in visita libera (per un minimo di 15 paganti)€ 10.00 per: invalidi e portatori di handicap . Gratuito per: bambini di altezza inferiore a 1 metro

Epifania All’Auditorium
Visita guidata per bambini„“C’era una volta l’Auditorium Parco della Musica…”. Visita narrata del Parco della Musica per i bambini dai 5 anni accompagnati.Durata 50 minuti, per un massimo di 30 partecipanti.  Prezzo del biglietto: 5 euro con prenotazione obbligatoria: promozione@musicaperroma.it

Porta di Roma con “Natale da Favola” e la pista di pattinaggio
Porta di Roma è un centro commerciale.
I bambini si possono divere sulla carrozza incantata, l’albero gigante, il magico labirinto, il treno dei desideri, il portale segreto del “Natale da Favola” e la pista di pattinaggio dalle 10.00 alle 22.00. Il costo, i prezzi sono così fissati:ingresso con la Carta Roma (pattini inclusi): 3€ingresso senza Carta Roma (pattini inclusi): 6€. La Carta Roma può essere richiesta gratuitamente al desk Info Point di Porta di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.