La Nutella è un invenzione italiana! La migliore non è americana?

La Nutella è “made in Italy”, è un prodotto della famiglia Ferrero! Dobbiamo ricordarlo spesso visto che molti americani sono convinti che sia una loro invenzione. Ricordiamo anche un vecchio articolo del Washington Post che ha confrontato due barattoli di Nutella, uno italiano un altro americano, per scoprire con l’aiuto di uno chef quale fosse il più buono. Notiamo che il barattolo italiano e fatto in Italia mentre quello americano è prodotto in Canada. Lo chef in questione ha anche cercato di ricostruire le differenze nelle dosi degli ingredienti che secondo lui erano presenti in quantità diverse. Vinse la versione italiana ma il risultato non è mai sostenuto da prove inoppugnabili, tanto che ancora oggi alcuni americani sono convinti che la Nutella venduta nelle Americhe sia migliore dell’originale.

Ecco un video in cui si mettono a confronto le due versioni:

Nel video compare anche un ragazzo che si autoproclama “intenditore di Nutella dal 1991” e alla fine, l’esperimento del sito Buzz Feed dimostra l’essenza del marketing, ovvero che con informazioni manipolate le reazioni degli umani vengono distorte.

La ricetta della Nutella forse cambia leggermente in alcuni paesi, ne abbiamo avuta informazione per quel che riguarda la Germania e la Francia, infatti l’associazione dei consumatori tedesca, Verbrauchenzentrale Hamburg, ha notato un cambiamento anche nel colore e nella consistenza. Sembra che la Ferrero dal 2015 abbia cambiato la ricetta per i barattoli venduti in Germania e nella lista degli ingredienti della Nutella venduta in Germania nella nuova formulazione non è presente il siero di latte in polvere aumentando la quantità di latte scremato in polvere, che passa dal 7,5% all’8,7%, superando il cacao magro per quantità (7,4%) restando invece invariato il contenuto di nocciole (13%).

La Storia

Nutella è il nome di una crema gianduia alle nocciole e cacao. Per la prima volta è stata prodotta nel 1964 dall’industria dolciaria piemontese Ferrero di Alba (Cuneo) e ispirata da una precedente crema denominata Pasta Giandujot e poi SuperCrema. Il nome deriva da “nut”, che in inglese significa «nocciola».
La prima crema fu preparata da Pietro Ferrero , pasticcere nella cittadina di Alba, nelle Langhe, area famosa per la produzione di nocciole. Nel 1946 preparò e vendette la Pasta Giandujot, una pasta di cioccolato e nocciole venduta in blocchi da taglio. Nel 1951 apparve la Supercrema, che era spalmabile e venduta in grandi barattoli.
Nel 1963 il figlio di Pietro Ferrero, Michele, decise di commercializzare la Supercrema in tutta Europa e di rinnovare la ricetta. La ricetta venne modificata, e apparve Nutella (dall’inglese nut, «nocciola») e il nuovo logo venne presto registrato ed è cio’ che rimane immutato fino ad oggi.
Il primo bicchiere di Nutella uscì dalla fabbrica di Alba il 20 aprile del 1964 e il nuovo prodotto ebbe successo enorme anche all’estero.  Il tappo nei primi contenitori era di colore rosso ed è stato poi modificato in bianco per diminuire i costi di fabbricazione. Nel 1965 la Nutella fu venduta in Germania dove ebbe un enorme successo e nel 1966 in Francia per poi conquistare quasi tutto il mondo.

I dati riportati nell’ultimo rapporto dell’Ocse dichiarano che sono 350 000 le tonnellate prodotte ogni anno. Inoltre proprio l’Ocse ha definito la crema un prodotto esemplare nell’economia di globalizzazione: le 9 fabbriche sono distribuite in tutti i continenti e gli ingredienti utilizzati provengono da diverse parti del mondo. Questa crema è utilizzata soprattutto come accompagnamento per pane, biscotti, dolci e frutta, anche se negli anni sono state ideate numerose ricette che ne prescrivono l’uso in torte, pasticcini e crêpes (fonte Wikipedia)

Il contenitore è un bicchiere

L’idea di Ferrero fu fin da subito quella di adottare dei contenitori in vetro riutilizzabili come bicchieri. Questa fu una grande idea di marketing per incentivare l’acquisto del prodotto, che una volta svuotato, il contenitore ,può essere utilizzato come un bel bicchiere per casa. L’idea piacque e funzionò fin da subito tanto che i bicchieri furono presto dotati di una forma caratteristica e caratterizzati da immagini serigrafiche a colori, stilizzate con temi astratti o legati alla natura. Dal 1990 le serigrafie furono sostituite da immagini dei personaggi dei cartoni animati.

Gli Ingredienti

La Nutella possiede una propria ricetta segreta, esattamente come la Coca-Cola e altre aziende. La ricetta del prodotto è accuratamente protetta nella fabbrica ufficiale ad Alba:

 Zucchero (56%), Olio di palma (19%), Nocciole (al 13%), latte condensato (11%), Vaniglia polvere (9%), lievito di birra (0.5%), Cacao magro (7,4%), Latte scremato in polvere (6,6%), Siero di latte in polvere, Lecitina di soia (emulsionante), Vanillina

Molti hanno provato ad imitarla ed anche cercarla di fare in casa, ma la Nutella rimane unica e inconfondibile …

 

 

Redazione Rome Central

About Redazione Rome Central

Rome central è un Magazine completamente no-profit.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.