Strane “apparizioni” romane

biz_apparitionCamminando intorno nella notte si può sentire alcune voci del passato , a volte triste, a volte potente e dissacrante ?
 
Attraversando il ponte S. Angelo potrebbe capitare di sentire una ragazza lutto . E ‘ Beatrice Cenci , decapitata davanti a Castel Sant’Angelo nel 1557 , durante il crudele periodo di Controriforma. Lei è stato eseguito dal Papa all’età di 16 anni, per aver ucciso il padre che era solito picchiare e violentarla .
Tutta la città ha seguito questo caso con profonda preoccupazione , difendendo la ragazza e di essere mosso dal suo destino così come la sua forza in torture in piedi .

Pimpaccia

Pimpaccia

La gente dice che ogni 11 settembre – il giorno in cui è stata uccisa – lei torna dal passato e va in giro a Castel S. Angelo , singhiozzando con la testa tra le mani . Se non ci credete questa storia , andare al Museo del crimine in via del Gonfalone , e vedrete la spada che ha ucciso la sfortunata ragazza .
Pimpaccia

Se la notte è ancora profonda , attraversare il ponte per raggiungere Piazza Navona , e stare attenti ! Si potrebbe incontrare il famoso ” Pimpaccia ” , l’amante ricco e potente di Papa Innocenzo X , che morì di peste molti secoli fa .
Romani la odiava a causa della sua avidità e cattiveria . Dal momento che lei non sopportava né i pescatori né caprai che vendono beni sotto le sue finestre di Piazza Navona , ha fatto la sua mente per spostarli in Campo de ‘Fiori , dove il mercato si è fermato . Nonostante la sua raccolta di una fortuna nella sua vita – due milioni di scudi ! – Morì solo, dopo beeing esiliato dal nuovo papa.
Nelle notti di tempesta si è visto , i suoi occhi rovente , lasciando il suo palazzo in P.zza Navona a correre in carrozza a Villa Pamphili : si tratta di un’apparizione mostruosa che Romani sono ancora paura di !

Forse vuoi incontrare una figura cordiale adesso ? Quindi , non lasciare il centro , e muoversi verso Piazza Pasquino , dove un simpatico ti aspetta ?
Pasquino

Pasquino

Pasquino

Pasquino ” è una statua scoperta sotto terra nel 1501 . Fin dalla sua collocazione nella piazza , la gente ha iniziato a mettere un po ‘di sonetti beffardi intorno al monumento , sia in latino o in dialetto , come se la statua stessa li aveva scritto .
Governatore di Roma , il papa , era l’obiettivo principale di questi commenti satirici , che se chiamati ” pasquinate ” . Ecco perché il Papa Adriano IV fu tentato di gettare la statua sfacciato nel fiume . Altri papi deciso di mettere alcune guardie a capo della statua , ma è stato inutile : la gente ha cominciato a riagganciare ” pasquinate ” ovunque in città ! La voce di Pasquino non può essere messa a tacere , in quanto rappresenta l’anima ironica e derisoria di Roma , la statua romana ha parlato per 5 secoli , e non è ancora stanca per deridere e criticare le abitudini ei comportamenti dei governanti .
La notte è finita , la città ufficiale si sveglia , mentre il sole eclissa quelle figure bizzarre di Roma .

By Federica Gulizia

Redazione Rome Central

About Redazione Rome Central

Rome central è un Magazine completamente no-profit.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.