Street Art District a Roma: Ostiense, Garbatella e Tor Marancia

ROMA_STREET-ART_Ostiense-DistrictLo Street Art  Ostiense District è un idea che valorizza e promuove il quartiere Ostiense come luogo di arte contemporanea.
Il progetto  si propone di promuovere la zona compresa tra la Piramide Cestia e il quartiere San Paolo, un area con molti punti di interesse ma raramente inseriti nei circuiti turistici tradizionali.
 L’evento è stato sostenuto dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo – Dipartimento Cultura di Roma Capitale mediante l’Avviso Pubblico “Roma Creativa“.

E’ possibile scaricare la mappa delle opere direttamente da questo link: www.ostiensedistrict.it/wp-content/themes/od/images/pieghevole.pdf

ROMA_STREET-ART_MURALES_TOR-MARANCIA

Street Art a Tor Marancia, Roma

Il quartiere di Tor Marancia , un areal molto popolare, si colora di arte grazie al progetto Big City Life, che innesta nelle strade la cosidetta arte pubblica partecipata essenziale per la riqualificazione urbana, culturale e sociale del quartiere. In questo contesto ben 20 artisti, provenienti da diversi paesi, hanno incontrato gli abitanti delle case popolari del Lotto 1 di Via di Tor Marancia realizzando venti murales sugli edifici popolari donando a quest’area poco manutenuta  un  delle  facciate monumentali sulle undici palazzine presenti nel comprensorio di via di Tor Marancia 63

PHOTO SOURCE: www.turismoroma.it

Online sul sito web www.bigcitylife.it, è possibile seguire ammirare le opere di via di Tor Marancia.
Solo alcune opere sono visibili direttamente camminando sulla strada; Per ammirarle tutte dovete entrare necessariamente nel comprensorio.

Big City Life è il progetto di arte pubblica partecipata per la riqualificazione urbana, culturale e sociale di quelle zone grigie della città partendo dal quartiere storico di Tor Marancia, che ha preso il via l’8 gennaio 2014 per concludersi il prossimo 27 febbraio 2015.


Ideato da 999Contemporary, organizzato da Francesca Mezzano e curato da Stefano S. Antonelli e Gianluca Marziani, il progetto è sostenuto economicamente da Roma Capitale Assessorato alla Cultura, Creatività, Promozione artistica e Turismo, da Fondazione Roma-Arte-Musei, dalla stessa l’associazione culturale 999Contemporary e condiviso con ATER del Comune di Roma, l’azienda territoriale per l’edilizia residenziale del Comune di Roma, con lo scopo di trasformare la borgata romana in un distretto di arte pubblica contemporanea unico al mondo, coinvolgendo in questo processo la comunità locale, le scuole e le associazioni di quartiere.

Gli oltre cinquecento abitanti delle case popolari dello storico lotto 1 di Tor Marancia di proprietà ATER del Comune di Roma, incontrano venti artisti, convenuti a Roma da dieci diversi paesi per dipingere l’intero quartiere. L’opera realizzata da ogni artista é il risultato di questo incontro per un totale di venti dipinti murali monumentali, realizzati sulle facciate delle undici palazzine del comprensorio di via di Tor Marancia 63.

Gli allievi della scuola elementare Dalla Chiesa, delle medie Settimia Spizzichino e dell’istituto superiore Caravaggio sono stati i protagonisti dei laboratori creativi tenuti dagli artisti, mentre lo staff di 999Contemporary si é occupato dei laboratori professionali destinati all’associazione culturale Rude, costituita dai ragazzi di Tor Marancia appositamente per la promozione, manutenzione e valorizzazione del patrimonio artistico, che dal 27 febbraio prossimo ha fatto di Tor Marancia un vero e proprio museo pubblico vivente aperto a tutti sette giorni su sette, ventiquattro ore su ventiquattro. Solo alcune opere, tuttavia, sono visibili dalla strada, per ammirarle tutte bisogna entrare nel comprensorio e per approfondire la visita, un libro e un documentario racconteranno genesi, difficoltà, intenzioni, entusiasmi e le opere di questa incredibile avventura tra arte, azione, educazione ma soprattutto: partecipazione.

Dal 27 febbraio 2’15 Roma ha un’attrazione tutta nuova che ha come protagonista l’arte urbana contemporanea attraverso le espressioni di venti tra i suoi più importanti interpreti internazionali, unica nel suo genere e nel segno della continuità storica alla vocazione di questa città di ospitare la migliore arte del mondo da oltre duemila anni.

BIG CITY LIFE è patrocinato da Roma Capitale Municipio Roma VIII che già vanta nel suo territorio oltre quaranta grandi opere nel quadrante tra il quartiere Ostiense e San Paolo, in quello che il New York Times ha definito l’Ostiense District, ed è realizzato in collaborazione con Atac e l’agenzia di comunicazione Pescerosso ma è solo grazie alla sponsorizzazione tecnica di Sikkens, che il progetto garantirà durata museale dei dipinti grazie alla straordinaria qualità dei materiali disponibili sul mercato.

About Igor Wolfango Schiaroli

Igor W. Schiarioli si occupa di editoria, scienze e tecnologie. Esperto di "new media" è specialista e appassionato di economia, tecnologie, internet, editoria e nuovi media.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.