Albadoro Gala: “Le regole per sedurre? Essere se stesse”

Albadoro-Gala_3095Volere volare. Era il sogno di Albadoro Gala, organizzatrice del Caput Mundi Burlesque Award, fino all’8 novembre 2015 in tre location della Capitale. Ma lei non voleva volare come Icaro, no, lei da piccola voleva fare la ballerina. Il corpo però aveva altro in serbo per la performer: “Diventata adolescente con un seno prorompente la mia famiglia ha ritenuto inadeguato continuare la mia formazione artistica”, ci ha raccontato l’artista, scesa in campo per vendicarsi del fato. “Adesso la mia bonaria vendetta consiste nel ricordare a mio padre che se non fosse stato così severo si ritroverebbe una figlia nel balletto o insegnante di danza invece che una stripper!”. All’anagrafe Angelica Massafra, Albadoro Gala ci ha raccontato quando e come ha cambiato vita. Eccola a nudo, come donna e perfomer.

Albadoro-Gala_6Quando hai conosciuto il burlesque?

Prima dell’ incontro con i talent di lady burlesque ne sapevo poco ma già lo praticavo fra le pareti domestiche di fronte a colui che adesso è mio marito. Lo aspettavo a casa e impersonificavo ogni volta un animale domestico o meno, a seconda del mio umore: un fenicottero, una tigre o quando ero malata una pantegana chiusa come ero in un pigiamone di pail grigio.

A chi non conosce il burlesque, come puoi descriverlo?

Dico solo di andarlo a vedere, molti lo amano sempre di più  ma è necessario vederlo, annusarlo assaporarlo dal vivo e da vicino per capirlo a pieno.

Albadoro-Gala_1Se l’erotismo fosse un piatto, quale sarebbe e perché?

È difficile rispondere sono troppo golosa, sarebbe il vostro piatto preferito sicuramente, quel piatto che fa impazzire le papille gustative con mille sfumature diverse che arrivano al cervello mandando le sinapsi in confusione Per me è sicuramente la crostata al pistacchio e lamponi del mio amico chef patissiere Stephane Betmon. 

Quando hai avuto l’idea di far nascere il festival?

Subito dopo la mia prima avventura oltre oceano, la mia partecipazione in qualità di performer al New York burlesque Festival. In aereo ho immaginato nei dettagli come volevo il mio festival puntando la mia attenzione sui punti che avrebbero contraddistinto il mio festival da quelli che si svolgono in altre parti del mondo.

One comment to “Albadoro Gala: “Le regole per sedurre? Essere se stesse””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.