Lizz Wright | Roma Jazz Festival

Lizz Wright  è una vocalist e compositrice che sintetizza R & B, jazz, folk, blues e gospel. È nata nel 1980 nella città di Hahira, in Georgia e i suoi gusti musicali sono sbocciati presto.

 Suo padre era il pianista e direttore musicale della chiesa locale, e incoraggiò sua figlia ad assorbire le disposizioni sentimentali degli inni classici. Alla fine, il blues e il jazz furono aggiunti al piatto musicale.

Nel 2000, Lizz Wright si unì al quartetto vocale ”In the spirit. Il gruppo fu subito salutato come il miglior gruppo jazz della città, il che spinse Lizz Wright a perfezionare il proprio mestiere. Due anni dopo, l’etichetta Verve l’ha firmata come artista solista. Il suo impressionante stile di canto è stato catturato nel suo debutto nel 2003.

Considerata una delle più talentuose e rispettate interpreti del jazz attuale, Lizz Wright è una di quelle artiste capaci di mantenere intatta la propria individualità anche quando si cimentano con stili differenti.

Dotata di un prorompente talento vocale, nella sua musica c’è da sempre un filo che la lega in modo indissolubile alla comunità nera e al Sud degli Usa, dove è cresciuta.

Alla Casa del Jazz, giovedì 2 agosto, Lizz Wright ha portato il suo ultimo progetto, “Grace”, che è proprio il suo personalissimo omaggio alla sua infanzia rurale in Georgia e alle radici gospel di Atlanta, con brani intrisi di sacralità e poesia.

Si è esibita in modo sublime,trasmettendo ogni singolo instante il calore della sua voce, una voce che abbatte ogni sensazione, lasciandoti in un mondo si estasi. Dotata di una incredibile fermezza sul parco ha saputo condividere con il pubblico una parte di se, la sua voce veniva accarezzando con le sue mani con una sensibilità che la faceva sembrar tangibile.

 

LIZZ WRIGHT
GRACE
GIOVEDÌ 02 AGOSTO 2018 ROMA, CASA DEL JAZZ
Lizz Wright: voce. Kenny Banks: tastiere. Nicholas D’Amato: basso. Ivan Edwards: batteria. Martin Kolarides: chitarra.
Lizz Wright, giovane cantante di una piccola città della Georgia. Voce, profonda, potente, mai virtuosa. Ha iniziato a cantare musica gospel e a suonare il pianoforte in chiesa, per poi interessarsi alla musica jazz e al blues. Nel 2000 entra a far parte del quartetto Gospel di Atlanta e nel 2002 firma il suo primo contratto discografico con la Verve Records. Il suo primo album «Salt» del 2003 raggiunse il secondo posto nella classifica Billboard Top Contemporary Jazz del 2004.
Il disco, «Dreaming Wide Awake», pubblicato nel 2005 si aggiudica il primo posto della classifica Top Contemporary Jazz del 2005 e 2006. Nel 2008, con il suo terzo album, «The Orchard», Lizz Wright fa un altro passo significativo: supera i confini tra generi diversi, offrendo una dinamica senza pari e marcando il suo inconfondibile stile personale. Negli anni a seguire ha continuato a salire in cima alle classifiche nel 2016 è nella playlist estiva dell’ex presidente Barack Obama. Lizz Wright con il produttore americano Joe Henry ha pubblicato il suo ultimo album Grace dove si respira gospel, soul, jazz, rhythm and blues. Le canzoni di Grace sono quasi tutte cover di autori, i più diversi da Nina Simone, a Bob Dylan, Ray Charles, Sister Rosetta Tharpe.

Eric Gimenez

About Eric Gimenez

Ciao sono Eric G, un fotografo. Mi piace cercare ciò che l'uomo non può vedere, viaggiare e conoscere persone diverse che condividono ciò che la nostra strada ci ha riservato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.