OSTIA ANTICA FESTIVAL: 5a EDIZIONE AL TEATRO ROMANO

Teatro romano di Ostia Antica. Panoramica Foto di Luca Apicella

Il mito e il sogno” è il titolo della 5a edizione di Ostia Antica Festival 2020. Da luglio a settembre in cartellone spettacoli di musica, teatro e danza fra tradizione e innovazione, organizzati dal consorzio di imprese ‘Antico Teatro Romano’ in collaborazione con il Parco Archeologico di Ostia Antica.

A Battisti e Mogol è stata dedicata la seconda delle 23 serate previste. Un concerto che ha celebrato un pezzo di storia della canzone italiana e ha attratto centinaia di spettatori sulle suggestive scalinate del Teatro romano, cuore degli scavi antichi fra i più famosi al mondo per la loro integrità e bellezza.

Fabio Red Rosso – Foto di Luca Apicella

Frontman e vocalists – Foto di Luca Apicella

Canto libero non è stato un semplice concerto ma uno spettacolo, omaggio alla storica coppia degli anni 60-70. Sul palco, un ensemble di 10 musicisti affiatati e già rodati nel corso di lunghe carriere, che ha ricevuto anche l’approvazione di Mogol. Canto Libero, infatti, rilegge gli originali mantenendo una certa aderenza ma cercando di non risultare una copia. Ha aggiunto invece la propria personalità e sensibilità musicale, con nuovi arrangiamenti, facendo emergere anche tutta l’anima blues e rock che questo artista aveva molto forte dentro di sé.

IO VORREI..NON VORREI…MA SE VUOI
Dove vai quando poi resti sola?
Il ricordo, come sai, non consola
Quando lei se ne andò, per esempio
Trasformai la mia casa in un tempio
E da allora solo oggi non farnetico più
A guarirmi chi fu
Ho paura a dirti che sei tu
Ora noi siamo già più vicini
Io vorrei, non vorrei, ma se vuoi
Come può uno scoglio
Arginare il mare
Anche se non voglio
Torno già a volare
Le distese azzurre
E le verdi terre
Le discese ardite
E le risalite
Su nel cielo aperto
E poi giù il deserto
E poi ancora in alto
Con un grande salto
Dove vai quando poi resti sola?
Senza ali tu lo sai non si vola
Io quel dì mi trovai per esempio
Quasi sperso in quel letto così ampio
Stalattiti sul soffitto i miei giorni con lei
Io la morte abbracciai
Ho paura a dirti…

Battisti- Mogol

Musicisti – Foto di Luca Apicella

Luca Piccolo alle tastiere – Foto di Luca Apicella

Voce Fabio “Red” Rosso

Pianoforte e direzione musicale Giovanni Vianelli

Chitarre Emanuele “Graffo” Grafitti, Luigi Di Campo

Basso and pianificazione digitale Alessandro Sala

Batteria Jimmy Bolco

Percussioni e batteria Marco Vattovani

Tastiera Luca Piccolo

Voci Joy Jenkins, Michela Grilli

Video Francesco Termini 

Ingeniere del suono Ricky Carioti

Si alterneranno poi fino al 19 settembre serate con la musica di De Andrè e i Queen, la comicità di Max Giusti e di Paola Minaccioni, la recitazione coinvolgente di Michela Murgia e di Stefano Massini, solo per citarne alcuni. 

CURIOSITA’

Oltre al piacere di godervi lo spettacolo, non potete davvero perdervi la cornice che ospita gli artisti in scena. Arrivate qualche minuto prima per ammirare il tramonto fra la vegetazione mediterranea e le rovine antiche degli scavi, che ancora una volta accolgono i visitatori in un’atmosfera magica, unica. Con un po’ di immaginazione, infatti, sembra quasi che le strade romane della prima fiorente colonia dell’Impero romano, anche più importante e vasta di Pompei, riprendano vita. Inoltre, quest’anno, per gli spettatori del Teatro, è prevista una speciale visita guidata al sito archeologico.

Per maggiori informazioni, visitate il sito https://www.ostianticateatro.com/
 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.