FANTASCIENZA 1950-1970. L’ICONOGRAFIA DEGLI ANNI D’ORO

Roma_Mostra_Fanta-Scienza-FantascienzaDal 15 Ottobre al 23 Novembre 2014 a Roma , in alcuni dei principali mercati storici di Roma, si apre la mostra “Fantascienza.1950-1970 L’iconografia degli anni d’oro”.

Prende il via a Roma il progetto che trasforma i mercati rionali storici in una piattaforma culturale non convenzionale stabilendo una sinergia innovativa nel rapporto commercio-cultura-città.
Dal 15 ottobre al 23 novembre i mercati rionali Unità (via Cola di Rienzo), Vittoria (via Sabotino), Pinciano (via Antonelli) e Savoia (piazza Gimma) – considerati storici in quanto in attività da prima del 1960 – saranno popolati da 280 suggestive ed inaspettate immagini di razzi celesti, astronavi, robot, dischi volanti e marziani provenienti da fumetti, libri, manifesti, rotocalchi, riviste, pubblicità, figurine e quaderni scolastici, e racconteranno al grande pubblico – con immagini diverse in ciascun mercato – il linguaggio estetico di venti anni di fantascienza vista in Italia.

MERCATI STORICI DI ROMA
il mercato diventa “storico” grazie al riconoscimento della Regione Lazio.  In occasione dei festeggiamenti del 150esimo dell’Unità d’Italia, si è reso omaggio ad un antica tradizione mercatale che non tutti conoscevano; l’appuntamento settimanale con le bancarelle che espongono ogni genere di prodotti, in realtà vanta una lunghissima tradizione. Venne infatti istituito nel 1539 dall’imperatore Carlo V che autorizzò lo svolgimento del mercato nell’attuale piazza del Municipio. Da allora, con regolare cadenza settimanale, il mercato ha sempre servito la cittadinanza con la variegata esposizione di merce, tant’è che la Regione ha ritenuto opportuno attribuirgli ufficialmente “la valenza storica e di tradizione”.  

Un mercato non è solo un mercato. A Roma non è uno spazio come gli altri, un’area funzionale all’uso che se ne fa.   E’ un punto  di incontro, una piazza, un luogo reale e simbolico allo stesso tempo, da sempre  il cuore pulsante della vita dei quartieri.

Mercato Rionale in Via Cola di Rienzo
Roma_mercato_rionale_storico_Cola-di-Rienzo_UnitàIngresso: Via Cola di Rienzo, Roma 00192
Altro Ingresso: Piazza dell’Unità, Roma 00192

Il mercato locale si svolge intorno a Piazza dell’Unità in Via Cola di Rienzo. Esso copre il blocco da Via Fabio Massimo a Piazza Unità. L’edificio è stato costruito nel 1928 in stile neoclassico in giallobianco e pallido. La facciata principale ha un enorme ingresso ad arco sorretto da due colonne doriche e simmetrica a quella sul retro in Via Dei Gracchi. Due piccole fontane contro le pareti ai lati dell’atto ingresso come decorazioni. Hanno due bacini, uno sopra l’altro, e sono alloggiati in nicchie decorate. Grandi stemmi sono visibili sopra le fontane.

 

Mercato Vittoria in via Sabotino
IRoma_mercato_rionale_storico_vittoria_via-Sabotino_via-monte-santongresso: Via monte santo (Via sabotino), Roma 00195

Storico mercato del quartiere Vittoria, tra via Sabotino e via Monte Santo.

E’ un mercato coperto

 

 

Mercato in di via Antonelli
Roma_mercato_rionale_storico_pinciano_via-AntonelliIngresso: Via G. Antonelli, Roma 00197

Il mercato coperto di via Antonelli è una costruzione che risale al 1957, prima il mercato era per strada in via Tacchini e in un altro periodo in via Antonelli, poi nel ’57 i bachi si trasferirono al chiuso,

 

 

 

Mercato Savoia di piazza Gimma
Roma_mercato_rionale_storico_Savoia_piazza-gimmaIngresso: Piazza Gimma  o Viale Somalia, 00199 Roma

Da poco il mercato ha subito una profonda ristrutturazione: l’edificio a due piani che ospitava al piano terra i commercianti in frutta e verdura e al secondo piano in balconata tutti gli altri esercizi, compreso il bar, è stato ripensato piazzando i box tutti al livello della strada, mentre al secondo piano dovrebbero trovare spazio uffici del Comune e magazzini per i commercianti. Totalmente ristrutturata la sala vendite, con una superficie di 2500 metri quadrati, 67 box chiusi di circa 18 mq ciascuno (prima misuravano 8mq) per le attività commerciali, di cui 42 ortofrutta, 2 fiorai, 4 pescherie, un bar e poi macellerie, panetterie, drogherie e mercerie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.