La bacchetta magica che sconfigge l’invisibilità delle cellule tumorali è in mano ad un italiano all’estero!

E’ Davide Ruggero che in questi giorni popola la rubrica italiani nel mondo. Catanzarese di origine è oggi a capo dell’équipe di ricercatori dell’Università della California a San Francisco che è diventata famosa per una recente pubblicazione su Nature Medicine sul tema della lotta ai tumori.

La squadra di ricercatori guidata dall’italiano Davide Ruggero ha già sperimentato con successo sull’uomo il risultato della sua ricerca e scoperta per sconfiggere il tumore al fegato.

Si tratta dell’individuazione di una proteina prodotta dalle cellule tumorali, PD-L1, capace di creare un velo di invisibilità che neutralizzava fino ad oggi l’attacco del sistema immunitario. Il composto creato dal team di Ruggero è capace di distruggere le coppie delle istruzioni del DNA per costruire questa proteina e quindi di consentire al sistema immunitario di attaccare le cellule tumorali dopo averle intercettate

Il prof. Ruggero e il suo staff sono ottimisti nel poter continuare la ricerca e riuscire a trovare soluzioni e farmaci anche per tumori aggressivi come quello al colon, polmone e linfoma.

Davide Rugero è professore ordinario al Cancer Center della University of California a San Francisco (Ucsf). Si è diplomato al liceo scientifico “Fermi” di Catanzaro Lido e a conseguito la laurea con 110 e lode in Scienze biologiche, molecolari e cellulari all’università La Sapienza di Roma. Rappresenta un “cervello in fuga” dall’Italia, emigrato in America quando aveva 34 anni .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.