Il lato “B” del burlesque secondo Virgil Riccomi

Virgil-Riccomi_Voodoo-De-Luxe_Catherine-D-Lish_by-Enrico-RicciardiChe le seduzioni del burlesque passino per gli show è cosa nota. Ma che gli show non si facciano solo sul palco, bensì anche “dietro una scrivania”, studiandoli e facendo in modo che tutto vada per il verso giusto, è cosa meno scontata. Come non lo è la location dove si consumerà un evento il secondo giorno dei tre che dal 6 all’8 novembre si consuma il Caput Mundi International Burlesque Award. A prescindere dal programma e dagli eventi previsti, parliamo di burlesque con il francese Virgil Riccomi, fondatore dell’agenzia Voodoo Deluxe. Ecco che cosa ci ha raccontato, rimandando l’appuntamento come giurato del festival capitolino. Ma porta la sua firma anche “il momento” in cui vi farà ballare sabato 7, nella secret location.

Data la tua esperienza sei uno dei giurati d’eccezione del Caput Mundi Awardl, quali saranno i tuoi criteri di giudizio?

Mi aspetto da questo festival di vedere cose belle ed originali, ma soprattutto quello che vedrò sul palco, dovrà farmi divertire! 

Sei sempre in mezzo a prime donne bellissime e affascinanti, sono anche capricciose? come riesci a sopravvivere?

Non tutte le artiste sono capricciose per fortuna ! Come riesco a sopravvivere? Me lo chiedo tutti i giorni, e non ho ancora la risposta.Scherzi a parte potrei scrivere un libro sulla mia esperienza come uomo dietro le quinte del mondo burlesque .

Sappiamo che sei sposato e che anche tua moglie  Sara Bin è una artista a tutto tondo nel mondo del burlesque oltre che un peperino, bisticciate durante il lavoro? Sara è gelosa delle attenzioni che devi riservare alle performer?

Certo che bisticciamo!  ma non per gelosia!  mi ritengo un uomo fortunato, mia moglie oltre ad essere  il mio “ soufre douleur “ conosce perfettamente l’uomo che sono e la gelosia per noi è davvero noiosa!Sono sempre stato molto professionale con tutte le mie artiste , anche quando in camerino ci sono delle femme fatale come Albadoro Gala!

Quale è il momento che prediligi durante i tuoi eventi? lo show? il dj set? il camerino?

Tutte le cose che hai citato in verità mi piacciono, potrei metterle in ordine di gradimento! Mi piace fare il  dj set,  l’atmosfera dei camerini  , quando le tende stanno per aprirsi e sentiamo  il pubblico che freme perché lo spettacolo inizi! … ma una delle cose che preferisco è di sicuro cenare all’alba dopo il Royal Burlesque Revue Verso le 5 della mattina andiamo tutti in uno dei pochi ristorante aperti a Milano ed è li che mi godo il mio momento con artisti e amici. Sono momenti belli, sorrisi, battute e racconti della serata, e tutto ciò mi fanno tornare a casa felice.

Siamo abituati a vedere le performers sempre impeccabili sul palco ma nel backstage lo sono altrettanto?

Se la domanda riguarda Albadoro Gala diciamo, sapete già la risposta. Altrimenti si, tutte le altre sono impeccabili.

Tu e Albadoro siete legati da rapporti professionali e di amicizia, ci dici qualcosa su di lei che noi non sappiamo?

Conosco due Albadoro: L’imprenditrice, e l’artista. Nei due casi si puoi dire che ha le idee molto chiare ed è molto seria. Lavora con metodi e regole. Come tutte le donne è molto esigente ma lo è anche con se stessa quindi devo dire che mi trovo al mio agio. (Non fatela bere e andrà tutto bene)

Virgil sara presente al Caput Mundi come juria ma vi fara ballare sabato 7 novembre 2015 nella secret location

One comment to “Il lato “B” del burlesque secondo Virgil Riccomi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.